Martedì, 08 Agosto 2017 13:08

SCIVOLA SUL SENTIERO

Vigo di Cadore (BL), 04 -08 - 17
Verso le 18.30 il 118 ha allertato il Soccorso alpino del Centro Cadore per una donna scivolata lungo il sentiero numero 328 per Pramosei a Laggio di Cadore. Una squadra di dieci soccorritori ha raggiunto L.B., 72 anni, di Vigo di Cadore (BL), che aveva riportato la probabile frattura di una caviglia durante la camminata con un'amica. Dopo averla stabilizzata, la hanno caricata in barella, per trasportarla una decina di minuti fino alla strada e affidarla all'ambulanza diretta all'ospedale di Pieve di Cadore.
Pubblicato in 2017
Martedì, 01 Agosto 2017 07:41

SCIVOLA SUL SENTIERO

Recoaro Terme (VI), 30 - 07 - 17
Alle 11 il responsabile degli impianti di Monte Falcone ha contattato il Soccorso alpino di Recoaro - Valdagno per un'escursionista scivolata. Dopo essere salita con la seggiovia P.D.M., 52 anni, di Molvena (VI), stava tornando a valle lungo il sentiero quando ha messo male il piede. Avvertito il 118, una squadra è risalita con l'impianto e ha raggiunto l'infortunata, 500 metri più in basso rispetto all'arrivo. Dopo averla imbarellata, i cinque soccorritori la hanno trasportata in salita fino alla seggiovia per poi ridiscendere e accompagnarla all'ospedale di Valdagno con una possibile frattura alla caviglia.
Pubblicato in 2017
Martedì, 01 Agosto 2017 07:36

RUZZOLA IN UN CANALE E SI INFORTUNA

Pieve di Cadore (BL), 28 - 07 - 17
Durante un giro assieme sotto la Croda Mandrin, usciti dal sentiero marito e moglie hanno iniziato a seguire una traccia, finché l'uomo, F.M., 57 anni, di Mira (VE), ha perso l'equilibrio ed è scivolato in un canale laterale, ruzzolando per una trentina di metri. Mentre la compagna era bloccata in alto, lui stesso è riuscito a dare l'allarme al 118, che ha inviato l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore. Individuato dopo una breve ricognizione, l'eliambulanza ha sbarcato con un verricello medico, infermiere e tecnico di elisoccorso che hanno gli prestato le prime cure. Una volta recuperato con un verricello, l'infortunato è stato trasportato all'ospedale di Belluno con un possibile politrauma. La moglie è invece stata accompagnata a valle a piedi, dopo essere stata riportata sul sentiero.
Pubblicato in 2017
Venerdì, 28 Luglio 2017 09:03

NUMEROSI INTERVENTI IN MONTAGNA

Belluno, 26 - 07 - 17
Questa mattina, dopo aver camminato per un quarto d'ora da Col Margherita verso Cima Juribrutto a Falcade, un'escursionista è caduta procurandosi un trauma al polso e alla testa. Geolocalizzata attraverso l'applicazione in dotazione al Soccorso alpino, la donna, P.B., 51 anni, di Desio (MB) - alla quale un medico della comitiva con cui si trovava aveva prestato le prime cure - dopo un controllo del personale sanitario, è stata imbarcata in hovering nell'eliambulanza del Suem di Pieve di Cadore e trasportata a Belluno. Subito dopo, in accordo con la Stazione del Soccorso alpino di Cortina, una squadra del Sagf è intervenuta sotto la Tofana, dove un escursionista tedesco, impaurito e affaticato, non era più in grado di proseguire. Dalle prime informazioni sembrava che l'uomo, P.A.P., 59 anni, si trovasse con 5 connazionali vicino alla Grotta Tofana, ma i soccorritori, percorsa parte della ferrata, non lo hanno trovato. Ricontattati e geolocalizzati, si è appurato che invece erano sotto le gallerie del Castelletto. Una volta raggiunto, il turista è stato riaccompagnato a valle lungo il sentiero e poi alla macchina con il fuoristrada. Verso le 15.10 invece è scattato l'allarme per un'escursionista vicentina scivolata poco distante dal Rifugio Venezia in direzione dello Staulanza. Una volta individuata, l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore ha sbarcato in hovering medico, infermiere e tecnico di elisoccorso. L'infortunata, V.F., 25 anni, con possibili traumi al volto e al ginocchio, è stata recuperata con il verricello e portata al pronto soccorso di Belluno.
Pubblicato in 2017
Venerdì, 28 Luglio 2017 09:00

SCIVOLA DAL SENTIERO E PERDE LA VITA

Cesiomaggiore (BL), 26 - 07 - 17
Questa mattina alle 8 circa il 118 è stato allertato per un grave incidente sopra la Val Canzoi. Durante un giro con un amico e il cane lungo una traccia di cacciatori, in un punto con un ponticello chiamato Scalette, nella Val Slavinaz, un'escursionista è scivolata ruzzolando nella scarpata laterale. Il  compagno è corso a cercare una zona con copertura telefonica e lanciare l'allarme. L'elicottero di Treviso emergenza, subito decollato, ha imbarcato una squadra del Soccorso alpino di Feltre, verricellata a monte del luogo indicato. I soccorritori sono scesi sul sentiero, hanno trovato gli zaini e, una cinquantina di metri più sotto hanno rinvenuto la donna, S.Z., 45 anni di Feltre (BL). Immediatamente hanno iniziato a praticare le manovre di rianimazione, portate poi avanti dal personale medico dell'eliambulanza. Purtroppo a nulla sono valse e al medico non è restato che constatare il decesso. Ottenuto il nulla osta dalla magistratura, la salma ricomposta e imbarellata è stata recuperata con un verricello di 40 metri, per essere trasportata in Val Canzoi e affidata al carro funebre.
Pubblicato in 2017
Domenica, 02 Luglio 2017 18:14

INFORTUNIO IN VALLE DI SCHIEVENIN

Quero - Vas (BL), 01 - 07  - 17
Verso mezzogiorno il Soccorso alpino di Feltre è intervenuto in supporto all'ambulanza in Valle di Schievenin per un infortunio alle sorgenti del Tegorzo. Durante le prove del coro per il concerto del pomeriggio, G.C., 69 anni, di Mogliano Veneto (TV), è scivolato per qualche metro verso il greto del torrente e ha sbattuto la schiena. Raggiunto dal personale sanitario dell'ambulanza, l'uomo è stato medicato e caricato in barella. I soccorritori lo hanno quindi trasportato per 200 metri a piedi e poi con la campagnola fino all'ambulanza, partita in direzione dell'ospedale di Feltre.
Pubblicato in 2017
Lunedì, 19 Giugno 2017 16:48

SCIVOLA SUL SENTIERO

Cesiomaggiore (BL), 19  - 06 - 17
Rientrando con il marito lungo il sentiero numero 806 che dal Bivacco Feltre scende in Val Canzoi, per tornare al Frassen, un'escursionista bellunese, R.D., 62 anni, è scivolata ruzzolando qualche metro, e si è infortunata a una gamba. Poco prima delle 16 il Suem ha chiesto l'intervento del Soccorso di Feltre. Una squadra è andata incontro alla donna, che era riuscita a camminare per un po', poi fermata dal dolore. Raggiunta dai soccorritori, è stata imbarellata e trasportata per una ventina di minuti fino al parcheggio, da dove la coppia si è allontanata autonomamente.
Pubblicato in 2017
Martedì, 13 Giugno 2017 16:53

RUZZOLA PER 200 METRI NEL BOSCO

Seren del Grappa (BL), 11 - 06 - 17
Alle 11.45 il 118 ha allertato il Soccorso alpino di Feltre per indirizzare l'equipaggio dell'elicottero del Suem di Pieve di Cadore e in supporto alle operazioni di recupero di una infortunata sul Monte Grappa. Una donna (al momento sono note solo le iniziali M.C.) era infatti scivolata sul prato di una casera sopra Caupo ed era ruzzolata nel bosco per duecento metri. Imbarcato un soccorritore l'eliambulanza ha individuato il luogo dell'incidente, in località Villaggio Monte Roncone, grazie alle coordinate fornite dal personale sanitario dell'ambulanza, che aveva raggiunto la ferita. Sbarcati con un verricello lungo medico, infermiere, tecnico di elisoccorso e soccorritore, alla donna, che presentava un probabile politrauma, sono state prestate subito le prime cure. Imbarellata, è stata recuperata sempre con un verricello, per essere trasportata all'ospedale di Belluno.
Pubblicato in 2017
Martedì, 13 Giugno 2017 16:45

SCIVOLA SUL SENTIERO

Tonezza del Cimone (VI), 10 - 06 - 17
Alle 15.15 il Suem di Vicenza ha allertato il Soccorso alpino di Arsiero in seguito alla chiamata per un'escursionista scivolata sul sentiero. I.D.C., 68 anni, di Cogollo del Cengio (VI), messo male il piede si era infatti procurata la sospetta frattura di una caviglia scendendo con le amiche verso Contrà Valle. Dieci soccorritori hanno raggiunto l'infortunata, a circa 1.100 metri di altitudine, e, dopo averla stabilizzata e caricata in barella, la hanno trasportata per una ventina di minuti fino alla strada, da dove la donna è stata accompagnata con i propri mezzi all'ospedale.
Pubblicato in 2017
Garda (VR), 03 - 06 - 17
Attorno alle 19 la centrale operativa del Suem ha allertato il Soccorso alpino di Verona per un'escursionista precipitata dalla Rocca di Garda. La donna (al momento non sono note le generalità) si trovava sul promontorio assieme al figlio e al loro cane, quando si è avvicinata al ciglio per fare una fotografia ed è scivolata, precipitando per una sessantina di metri. Una squadra è subito partita per Boscomantico, mentre decollava l'eliambulanza di Verona emergenza (con a bordo medico, infermiere, tecnico verricellista e tecnico di elisoccorso) e due soccorritori del posto si portavano direttamente sul luogo dell'incidente. Verricellato il tecnico di elisoccorso alla base della parete, con uno dei due soccorritori si calava fino al luogo dove giaceva la donna inerme. Dopo aver imbarcato altri due soccorritori da Boscomantico in supporto alle operazioni - gli altri proseguivano con l'auto - l'elicottero li ha sbarcati sotto la Rocca. La donna è stata quindi imbarellata, recuperata dall'eliambulanza e trasportata a valle, dove il medico ha potuto solamente constatare il decesso.
Pubblicato in 2017
Pagina 10 di 11

Informativa sulla privacy e Termini di utilizzo

Leggere con attenzione prima di utilizzare questo sito.

Il sito è di proprietà di CNSAS VENETO  ,
 L'utilizzo del sito comporta l'accettazione dei Termini e delle Condizioni dell'Informativa sulla Privacy.