Lunedì, 30 Luglio 2018 11:49

SCIVOLA SUL SENTIERO

Crespadoro (VI), 29 - 07 - 18
Poco prima delle 14 il 118 di Vicenza ha allertato il Soccorso alpino di Recoaro - Valdagno per un'escursionista che, scivolata per qualche metro dal sentiero di Cima Maraia, si era procurata la probabile frattura di una caviglia. Una squadra si è portata nelle vicinanze per eventuale supporto alle operazioni, mentre l'elicottero di Verona emergenza si avvicinava al luogo dell'incidente. La donna è stata recuperata con un verricello di 15 metri dal tecnico di elisoccorso ed è stata trasportata all'ospedale di Valdagno.
Pubblicato in 2018
Lunedì, 30 Luglio 2018 11:39

SCIVOLA NEL BOSCO

Rocca Pietore (BL), 28 - 07 - 18
Attorno alle 17.30 il Soccorso alpino della Val Pettorina è uscito per un intervento non distante da Santa Maria delle Grazie. Andando a funghi con il marito, R.M., 57 anni, di Salzano (VE), era scivolata nel bosco, 20 metri circa sopra il sentiero, e si era procurata un probabile trauma alla caviglia. Una squadra si è avvicinata in quad, per poi raggiungerla a piedi. Accompagnata fino al mezzo, l'infortunata è stata poi trasportata alla strada e lì affidata all'ambulanza diretta all'ospedale di Agordo.
Pubblicato in 2018
Lunedì, 30 Luglio 2018 11:31

INTERVENTI SULLE TOFANE E A PASSO GIAU

Belluno, 28 - 07 - 18
Nel pomeriggio l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è stato inviato sulla Ferrata di Punta Anna, sulle Tofane, per un turista francese di 68 anni che aveva messo male un piede durante la progressione, se l'era storto ed era impossibilitato a proseguire. Recuperato con un verricello di 5 metri, l'uomo è stato accompagnato al pronto soccorso di Cortina. Successivamente l'eliambulanza è volata a Forcella Giau, nel comune di San Vito di Cadore, dove un escursionista del posto, M.C., 59 anni, scendendo da un canale si era procurato un probabile trauma al piede. L'infortunato è stato imbarcato con un verricello di 8 metri per essere portato all'ospedale. Infine l'elicottero è tornato a Cortina, in cima alla Tofana di Rozes, per un altro probabile trauma alla caviglia, conseguenza della scivolata sul sentiero di un turista spagnolo di 39 anni, recuperato dal tecnico del Soccorso alpino dell'equipaggio con un verricello di 10 metri e trasportato al Codivilla.
Pubblicato in 2018
Lunedì, 30 Luglio 2018 11:28

INTERVENTI IN MONTAGNA

Belluno, 28  - 07 - 18
Verso le 11 l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è volato al Rifugio Sasso Bianco, nel comune di Canale d'Agordo, per un escursionista che si era fatto male già ieri. L'uomo, A.S., 50 anni, di Monte San Pietro (BO) ieri era scivolato dal sentiero, ruzzolando per una ventina di metri e procurandosi diversi probabili traumi. Imbarcato nell'eliambulanza attarrata in piazzola, l'infortunato è stato trasportato all'ospedale. Una squadra del Soccorso alpino di Cortina ha invece raggiunto la zona delle Cascate di Fanes dove un ciclista era caduto dalla propria mountain bike sbattendo la spalla. Raggiunto dai soccorritori, M.F., 49 anni, è stato accompagnato in jeep al Codivilla per le cure del caso.
 
Pubblicato in 2018
Lunedì, 30 Luglio 2018 11:26

DUE INTERVENTI IN MONTAGNA

Belluno, 27 - 07 - 18
Attorno alle 14 il Soccorso alpino di Cortina è intervenuto assieme al Sagf alla base del Piccolo Lagazuoi, a circa 2.100 metri di quota, a seguito della chiamata di una persona che aveva visto scivolare un escursionista e lo stava aiutando. I soccorritori hanno raggiunto il sentiero dove P.F., 46 anni, di Faenza,  si era procurato un sospetto trauma alla caviglia. Lì hanno imbarellato l'uomo, lo hanno trasportato a spalla per un tratto e poi in fuoristrada fino al Passo Falzarego, da dove si è allontanato coi propri mezzi. Verso le 18 una squadra del Soccorso alpino della Val Comelico è stata inviata dal 118 a Malga Antole, in Val Visdende, comune di San Pietro di Cadore, poiché un ragazzo era caduto dalla propria mountain bike mentre stava facendo un giro con gli amici, riportando un taglio a una coscia e alcune escoriazioni. Dopo avergli prestato le prime cure e averlo caricato in jeep, i soccorritori hanno accompagnato il giovane, 17 anni, di Treviso, fino a Cima Canale e da lì lui si è recato autonomamente al punto di primo intervento di Auronzo. 
Pubblicato in 2018
Livinallongo del Col di Lana (BL), 25 - 07 - 18
Poco prima delle 13 il 118 ha allertato il Soccorso alpino di Livinallongo per un escursionista in difficoltà sopra Passo Pordoi, non distante dal Rifugio Fodom. Due soccorritori hanno raggiunto l'uomo, V.A., 65 anni, di Tresigallo (FE), che era scivolato e, messo male il ginocchio, non riusciva più a muoversi. Appurato che non era distante dalla strada, la squadra è rimasta con lui fin quando è arrivata l'ambulanza che lo ha poi accompagnato all'ospedale di Agordo. L'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è invece intervenuto lungo la Ferrata delle Trincee, a Porta Vescovo, dove L.D.F., 73 anni, di Udine, si era infortunato colpito da un sasso alla testa. L'uomo, che era anche caduto sbattendo il volto, è stato medicato per un possibile trauma cranico, al volto e all'anca per poi essere caricato a bordo e trasportato all'ospedale di Belluno.
Pubblicato in 2018
Lunedì, 30 Luglio 2018 11:01

SCIVOLA E RUZZOLA IN UN GHIAIONE

Belluno, 23 - 07 - 18
L'elicottero dell'Aiut Alpin Dolomites di Bolzano è intervenuto all'altezza della Forcella del Camoscio, lungo la ferrata del Paterno, Auronzo di Cadore, dove un escursionista era scivolato, ruzzolando una trentina di metri nel ghiaione sottostante. L'infortunato, M.R., 51 anni, di Roma, è stato recuperato dall'equipe dell'eliambulanza e trasportato all'ospedale di Bolzano con possibili traumi cranico e costale. Poco prima delle 12.20, il 118 aveva inoltre allertato il Soccorso alpino di Belluno per un uomo che era caduto dal sentiero in una delle pozze dei Cadini del Brenton, in Valle del Mis a Sospirolo. Fortunatamente aveva solo riportato graffi, ma non era più in grado di risalire. Un amico era quindi corso a cercare copertura telefonica e a lanciare l'allarme. Quando i soccorritori sono arrivati sul posto, l'escursionista era riuscito a tornare autonomamente sul sentiero.
Pubblicato in 2018
Sabato, 21 Luglio 2018 10:26

SCIVOLA SUL SENTIERO

Comelico Superiore (BL), 17 - 07 - 18
Alle 13.20 circa l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è decollato in direzione del Rifugio Berti. Scendendo poco più sotto, lungo il sentiero numero 101, un'escursionista era infatti scivolata sui sassi, sbattendo la testa e procurandosi un sospetto trauma cranico. Sbarcati in hovering nelle vicinanze, personale medico e tecnico di elisoccorso hanno prestato le prime cure alla donna, S.R., 60 anni, tedesca, per poi imbarellarla e recuperarla con un verricello. Una volta a bordo, l'infortunata è stata trasportata all'ospedale di Belluno.
Pubblicato in 2018
Lunedì, 25 Giugno 2018 11:42

SCIVOLA SUL SENTIERO

Piovene Rocchette (VI), 23 - 06 - 18
Alle 14.50 il 118 di Vicenza ha allertato il Soccorso alpino di Schio per un'escursionista scivolata sul sentiero dei Girolimini, sul Monte Summano. La donna, F.C., 52 anni, di Piovene Rocchette (VI), che stava scendendo con due amici verso la Chiesa dell'Angelo quando si era infortunata, è stata raggiunta da una squadra a piedi. I soccorritori le hanno stabilizzato un piede, per una probabile frattura della caviglia, la hanno caricata in barella e trasportata a spalla per 10 minuti fino al fuoristrada e da lì direttamente all'ospedale di Santorso.
Pubblicato in 2018
Lunedì, 25 Giugno 2018 11:35

NUMEROSI INTERVENTI IN MONTAGNA

Belluno, 23 - 06 - 18
Attorno a mezzogiorno l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è intervenuto lungo il sentiero numero 560 che dal Rifugio Coldai porta al Tissi, comune di Alleghe, dove un escursionista era scivolato e cercando di frenare la caduta si era procurato un probabile trauma alla spalla. Sbarcati in hovering tecnico di elisoccorso e medico, sono state prestate le prime cure a G.F., 29 anni, di Belluno. Imbarcato, il giovane è stato trasportato all'ospedale di Agordo. Passate le 13, il Soccorso alpino di Agordo ha raggiunto in jeep il Rifugio Vazzoler, dove un quindicenne statunitense era arrivato assieme alla famiglia, dopo essersi fatto male a una caviglia. I soccorritori lo hanno trasportato al pronto soccorso. L'eliambulanza è stata poi inviata in Val Fogarè, comune di Sedico, per una torrentista che si era procurata un sospetto trauma a una gamba facendo un salto in una pozza. La ragazza, R.M., 26 anni di Ferrara, che si trovava con altre persone, è stata recuperata con un verricello di 50 metri e accompagnata all'ospedale di Belluno. Pronti a intervenire in supporto alle operazioni il Soccorso alpino di Belluno e Feltre. L'elicottero del Suem è poi volato sempre al Rifugio Vazzoler, poiché un escursionista tedesco, P.Z., 62 anni, lamentava dolori al torace. Imbarcato, l'uomo è stato trasportato all'ospedale di Belluno per le analisi del caso. L'elicottero dell'Aiut Alpin Dolomites  è invece intervenuto in Val Travenanzes, a Cortina d'Ampezzo, in quanto un'atleta inglese della Lavaredo Ultra Trail, S.C., 45 anni, si era sentita male. La donna è stata portata per i successivi controlli all'ospedale di Belluno. Rientrata invece una ricerca a Forcella Pomagagnon. Una coppia di escursionisti al termine della ferrata Strobel si era persa di vista nel tornare a valle. Fortunatamente poco dopo i due si sono ritrovati e l'allarme è cessato.
Pubblicato in 2018
Pagina 4 di 11

Informativa sulla privacy e Termini di utilizzo

Leggere con attenzione prima di utilizzare questo sito.

Il sito è di proprietà di CNSAS VENETO  ,
 L'utilizzo del sito comporta l'accettazione dei Termini e delle Condizioni dell'Informativa sulla Privacy.