Canale d'Agordo (BL), 29 - 02 - 20
Questa mattina attorno alle 9.30 la Centrale del 118 è stata allertata da alcuni passanti, che avevano scorto un uomo in fondo a una scarpata, caduto sul greto di un torrente in secca in località Soia. Sul posto si sono portati l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore, atterrato su un prato nelle vicinanze, il Soccorso alpino della Val Biois e l'ambulanza della Croce Verde. Scesi da M.R., 52 anni, di Cencenighe Agordino (BL), che presentava un possibile grave politrauma, i soccorritori gli hanno prestato le prime cure urgenti e lo hanno imbarellato. Recuperato con un verricello dall'eliambulanza, l'infortunato è stato trasportato all'ospedale di Treviso 
Verso le 11 è poi scattato l'allarme per una persona dispersa. Mentre precedeva un amico in Val Travenanzes diretto a una cascata di ghiaccio, un alpinista veronese lo aveva perso di vista. Non vedendolo arrivare, era tornato sui suoi passi fino al parcheggio a Sant'Umberto e non lo aveva trovato, così, dopo aver chiesto a persone di passaggio e avere provato a cercarlo invano, aveva contattato il 118. Fortunatamente, dopo che si erano mosse le squadre del Soccorso alpino di Cortina e del Sagf per avviare la ricerca, l'uomo, 43 anni, di Torrebelvicino (VI), è rientrato al parcheggio e l'allarme è cessato.
 
Pubblicato in 2020
Giovedì, 27 Febbraio 2020 12:26

SCIVOLA SUL SENTIERO

Battaglia Terme (PD), 26 - 02 - 20
Alle 16.40 circa la Centrale del 118 ha allertato il Soccorso alpino di Padova per un'escursionista scivolata mentre scendeva dal Monte della Croce. La donna, M.B., 62 anni, di Padova, che si trovava con il marito, era inciampata lungo il sentiero, riportando la sospetta frattura di una caviglia. Raggiunta da una squadra, all'infortunata sono state prestate le prime cure e, una volta immobilizzato il piede, e stata imbarellata. I soccorritori hanno quindi organizzato il percorso di rientro, assicurando con le corde la barella nei tratti più ripidi e trasportandola per 300 metri fino alle strada, dove è stata affidata all'ambulanza diretta all'ospedale di Abano Terme.
Dati i recenti casi, per prevenire scivoloni sul terreno scosceso, consigliamo sempre l'utilizzo di calzature appropriate, adeguate al trekking.
Pubblicato in 2020
Mercoledì, 26 Febbraio 2020 13:50

SCIVOLA SUL SENTIERO

Montegrotto Terme (PD), 25 - 02 - 20
Attorno alle 16 la Centrale del 118 ha allertato il Soccorso alpino di Padova per un'escursionista scivolata, mentre con amici scendeva lungo il sentiero che porta sulla sommità del Monte Ceva. Una squadra, otto soccorritori compresa un'infermiera, ha raggiunto l'infortunata superando un centinaio di metri di dislivello e, dopo averle stabilizzato una gamba per la probabile frattura della caviglia, la ha caricata in barella. Trasportata a spalla fino alla strada, D.B., 67 anni, di Casalserugo (PD), è stata quindi affidata all'ambulanza diretta all'ospedale di Abano.
Pubblicato in 2020
Lunedì, 10 Febbraio 2020 10:14

SCIVOLA DAL SENTIERO E PERDE LA VITA

Recoaro Terme (VI), 09 - 02 - 20
Attorno alle 14.30 il Soccorso alpino di Recoaro - Valdagno è stato allertato dalla Centrale del 118 di Vicenza, a seguito della chiamata di un uomo che aveva visto scivolare di fronte a sé la compagna, mentre stavano rientrando al Rifugio Battisti alla Gazza dal Monte Plische, e non riusciva a vederla né lei rispondeva ai richiami. Mentre sei soccorritori si portavano al Rifugio in supporto alle operazioni, è intervenuto l'elicottero di Treviso emergenza, che ha individuato il luogo dell'incidente, nel tratto che dal Rifugio Scalorbi porta al Passo Tre Croci. Purtroppo non c'è stato nulla da fare per la donna, il cui corpo senza vita è stato recuperato e trasportato al Rifugio del Passo Pertica.
Pubblicato in 2020
Lunedì, 10 Febbraio 2020 10:13

SCIVOLA NEL BOSCO

Roana (VI), 09 - 02 - 20
Passate le 14, la Centrale del 118 ha allertato il Soccorso alpino di Asiago per un escursionista che si era fatto male a Camporovere. F.B., 64 anni, di Monselice (PD), che si trovava con un amico nei pressi della Voragine del Tanzerloch, era inciampato procurandosi una probabile frattura al piede. I soccorritori lo hanno raggiunto e, dopo avergli immobilizzato l'arto, lo hanno caricato in barella e trasportato a spalla per un chilometro e mezzo lungo il sentiero fino alla strada, dove lo hanno affidato all'ambulanza diretta all'ospedale di Asiago.
Pubblicato in 2020
Lunedì, 10 Febbraio 2020 10:11

INTERVENTO IN NEVEGAL

Belluno, 09 - 02 - 20
Ieri sera attorno alle 22.50 il Soccorso alpino di Belluno è stato allertato per una ragazza scivolata sul ghiaccio tra la Casera e Malga Faverghera. Raggiunta da una squadra con la jeep, E.D., 27 anni, di Feltre (BL), che aveva riportato un probabile trauma alla caviglia, è stata stabilizzata per essere poi accompagnata all'ospedale.
Pubblicato in 2020
Lunedì, 10 Febbraio 2020 10:03

SCIVOLA SUL SENTIERO

Cison di Valmarino (TV), 07 - 02 - 20
Alle 15.30 circa l'elicottero di Treviso emergenza è intervenuto in Val del Pissol, poiché, mentre percorreva il sentiero delle creste, un escursionista era scivolato, ruzzolando per qualche metro. L'uomo, 37 anni, di Jesolo, che aveva riportato un probabile trauma alla spalla, riuscito a risalire da solo aveva dato l'allarme fornendo le coordinate del luogo in cui si trovava. Dopo averlo individuato a 900 metri di altitudine, il tecnico di elisoccorso dell'equipaggio è stato calato utilizzando un verricello di una quarantina di metri. Recuperato, l'infortunato è stato trasportato all'ospedale di Conegliano. Pronta a intervenire in supporto alle operazioni anche una squadra del Soccorso alpino delle Prealpi Trevigiane.
Pubblicato in 2020
Giovedì, 06 Febbraio 2020 14:16

SCIVOLA NEL BOSCO

Belluno, 03 - 02 - 20
Attorno a mezzogiorno la centrale del 118 è stata allertata per una caduta in Valle di San Mamante durante il taglio della legna. G.D.C., 66 anni, di Belluno, che si trovava con la moglie, era infatti scivolato e ruzzolato per alcuni metri finendo sulla strada sottostante. Individuato il luogo dell'incidente a 800 metri di quota, l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore ha sbarcato con un verricello di 30 metri tecnico del Soccorso alpino ed equipe medica, che hanno prestato le prime cure all'uomo a seguito del probabile politrauma riportato. Caricato in barella, l'infortunato è stato verricellato a bordo, per essere trasportato all'ospedale di Treviso. Pronto a intervenire in supporto alle operazioni anche il Soccorso alpino di Belluno.
Pubblicato in 2020
Giovedì, 30 Gennaio 2020 14:05

SCIVOLA SUL SENTIERO

Pieve del Grappa (TV), 29 - 01 - 20
Attorno alle 12.20 circa il Soccorso alpino della Pedemontana del Grappa è stato allertato dalla Centrale del 118, per un'escursionista scivolata lungo il sentiero numero 104 sul Monte Colombera. La donna, una sessantaduenne che si trovava con il marito, nella caduta aveva riportato un probabile trauma al torace e a una gamba. Mentre una squadra di soccorritori si preparava in supporto e il personale del Suem di Pieve del Grappa partiva con il proprio mezzo, l'elicottero di Treviso emergenza ha individuato il luogo dell'incidente a circa 1.300 metri di quota e ha sbarcato con il verricello il tecnico di elisoccorso e l'equipe medica, che hanno prestato le prime cure all'infortunata, caricata a bordo e trasportata all'ospedale di Treviso.
Pubblicato in 2020
Martedì, 21 Gennaio 2020 15:52

TROVATO SENZA VITA GIOVANE ESCURSIONISTA

Santo Stefano di Cadore (BL), 21 - 01 - 20
Ieri sera attorno alle 21 il Soccorso alpino della Val Comelico è stato allertato per due ragazzi che, partiti da Santo Stefano di Cadore in direzione del Monte Col con l'intenzione di rientrare da Campolongo, lungo il sentiero numero 331, erano rimasti senza pile e al freddo. Una prima squadra di quattro soccorritori, compresi due del Soccorso alpino della Guardia di finanza di Auronzo, è partita per andare a recuperarli, senza  però incrociarli. Capendo che qualcosa non andava, una seconda squadra si è subito mossa, finché uno dei due giovani è riuscito a rientrare da solo. Sotto shock ha raccontato che aveva visto l'amico scivolare sul ghiaccio e scomparire in un canale. Lo aveva chiamato invano e, cercando di avanzare, poco dopo anche lui era ruzzolato a valle in mezzo a un bosco, dove era riuscito poi a imboccare una strada forestale e a tornare all'abitato. Poco prima delle 22,  la prima squadra, da un paio di occhiali rinvenuti sulla neve, ha intuito il punto dove l'amico era caduto e ha raggiunto dall'alto il corpo senza vita del giovane, mentre la seconda squadra si avvicinava dal basso. Il ragazzo, G.C., 18 anni, di Santo Stefano di Cadore (BL), era ruzzolato per diverse centinaia di metri riportando traumi fatali. Vicino a lui, privo di vita, il suo cane. La salma è stata imbarellata e calata sul sentiero sottostante, per poi essere trasportata a spalla dai soccorritori per oltre un chilometro fino alla Baita Pian dei Osei, in Val Frison ed essere affidata al carro funebre.
 
Pubblicato in 2020
Pagina 1 di 19

Informativa sulla privacy e Termini di utilizzo

Leggere con attenzione prima di utilizzare questo sito.

Il sito è di proprietà di CNSAS VENETO  ,
 L'utilizzo del sito comporta l'accettazione dei Termini e delle Condizioni dell'Informativa sulla Privacy.