Giovedì, 11 Ottobre 2018 11:19

CADE CON LA MOUNTAIN BIKE

Bassano del Grappa (VI), 07 - 10 - 18
Attorno a mezzogiorno il Soccorso alpino della Pedemontana del Grappa è stato allertato dalla Centrale del 118 per un ciclista caduto dalla propria mountain bike lungo un sentiero in località Campese. Arrivata nelle vicinanze, una squadra con un infermiere si è portata sul luogo dell'incidente guidata da una persona. Raggiunto nel bosco l'infortunato, A.T., 61 anni, tedesco, che si trovava con amici tra i quali un medico, gli sono state prestate le prime cure. Nel frattempo è sopraggiunto anche l'elicottero di Treviso emergenza che ha sbarcato nelle vicinanze personale sanitario e tecnico di elisoccorso. Caricato in barella, l'uomo, che aveva riportato un probabile trauma toracico, è stato recuperato con un verricello e trasportato all'ospedale di Bassano del Grappa.
Pubblicato in 2018
Torreglia (PD), 04 - 10 - 18
Alle 19.15 circa la Centrale del 118 ha allertato il Soccorso alpino di Padova per un ciclista caduto dalla propria mountain bike lungo il Sentiero delle Molle. L'uomo, E.S., 57 anni, di Padova, facendo un salto lungo il percorso da downhill era finito a terra riportando diversi traumi. Da solo, era riuscito a dare l'allarme, ma il cellulare aveva smesso di funzionare subito dopo. Sette soccorritori si sono portati sul posto e hanno iniziato a cercarlo nel bosco, fino a individuarlo, per poi tornare indietro a prendere il personale sanitario dell'ambulanza e guidarlo sul posto. Prestate le prime cure urgenti, l'infortunato, che aveva riportato possibili traumi a una gamba, alla spalla e al bacino, è stato imbarellato e trasportato assicurato con le corde per circa 800 metri. Una volta sulla strada, è stato affidato all'ambulanza partita in direzione dell'ospedale. L'intervento si è concluso alle 21.20.
Pubblicato in 2018
Giovedì, 20 Settembre 2018 13:59

CADE IN MOUNTAIN BIKE, È GRAVE

Pieve di Cadore (BL), 16 - 09 - 18
Alle 17.40 circa la Centrale del 118 è stata allertata per un ciclista caduto dalla propia mountain bike sulla strada forestale che scende da Casera Tamarì. Atterrati nelle vicinanze, tecnico di elisoccorso, medico e infermiere hanno subito prestato le prime cure urgenti a A.G., 40 anni, di Lorenzago di Cadore (BL), apparso subito in gravi condizioni a seguito di un possibile trauma facciale. Caricato in barella, l'infortunato è stato trasportato all'elicottero decollato in direzione dell'ospedale di Treviso. Prima l'eliambulanza era intervenuta sulla normale al Civetta, nel comune di Val di Zoldo, per un escursionista diciassettenne di Revine Lago (TV) che, messo male un braccio aveva riportato una probabile lussazione. Recuperato con un verricello di 15 metri, il ragazzo è stato accompagnato all'ospedale di Belluno.
Pubblicato in 2018
Giovedì, 20 Settembre 2018 13:53

INTERVENTI IN MONTAGNA

Belluno, 15 - 09 - 18
Il Soccorso alpino di Cortina è intervenuto per un infortunio all'attacco delle vie sulle Cinque Torri. Una squadra è andata incontro a un uomo di 63 anni di Belluno che si era procurato una sospetta distorsione alla caviglia. L'infortunato, che aveva autonomamente raggiunto il Rifugio Scoiattoli, è stato accompagnato a Bai de Dones con la seggiovia e poi si è allontanato con i propri mezzi. Alle 14.20 l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è volato a Porta Vescovo, a Livinallongo del Col di Lana, per un ciclista caduto dalla propria mountain bike. M.G., 42 anni, tedesco, con probabile trauma al braccio e al polso è stato imbarcato e trasportato all'ospedale di Brunico. Le squadre del Soccorso alpino di San Vito di Cadore hanno invece avviato la ricerca di un'escursionista di 81 anni, che si era persa scendendo da Malga Ciauta  verso Serves. L'anziana, che aveva inviato le coordinate Gps del punto in cui si trovava alla figlia, non era però più nel punto indicato, né era raggiungibile al cellulare. Quando i soccorritori hanno iniziato a perlustrare i sentieri che salgono da Borca di Cadore, la donna è fortunatamente tornata reperibile e ha avvisato che aveva trovato un passaggio per scendere. L'allarme è quindi rientrato.
Pubblicato in 2018
Lunedì, 10 Settembre 2018 10:43

INTERVENTI IN MONTAGNA

Belluno, 08 - 09 - 18
Questa mattina il Soccorso alpino di Agordo è intervenuto al Rifugio Vazzoler, a Taibon Agordino, per un escursionista canadese di 46 anni, che lamentava dolori muscolari e non riusciva più a camminare. I soccorrirori lo hanno caricato a bordo e accompagnato in jeep all'ospedale di Agordo per le verifiche del caso. Attorno alle 13 l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è stato inviato dal 118 sui Lastoni di Formin, a Cortina d'Ampezzo, dove un alpinista, primo di cordata, era volato per una decina di metri sul quarto tiro della Via Gallo George, riportando diverse probabili contusioni. Recuperato con un verricello di 20 metri, il rocciatore, un ventisettenne di San Pietro di Feletto (TV), è stato trasportato all'ospedale di Belluno. Anche il compagno è stato imbarcato e portato a valle. Passate del 14, l'eliambulanza è volata sul Col de Salera, in comune di Val di Zoldo, per un ciclista che, perso il controllo della propria mountain bike, era caduto nel pendio sottostante il sentiero. Dopo che il personale medico gli ha prestato le prime cure, l'infortunato, A.V., 35 anni, di Civitella di Romagna (FC), con un possibile trauma cranico, è stato imbarellato e recuperato con un verricello per essere accompagnato al pronto soccorso di Agordo.
Pubblicato in 2018
Giovedì, 06 Settembre 2018 10:35

DUE INTERVENTI IN MONTAGNA

Belluno, 05 - 09 - 18
Attorno alle 13 l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è intervenuto a Lorenzago di Cadore, all'uscita del sentiero attrezzato del Romotoi, dove, poco dopo essersi fermato con i genitori, un ragazzino di 13 anni, si era tagliato a un dito con un coltellino. Sbarcati nelle vicinanze tecnico del Soccorso alpino dell'equipaggio e il medico, al giovane sono state prestate le prime cure. Recuperato con un verricello di 50 metri, il ragazzo è stato poi trasportato all'ospedale di Belluno. L'eliambulanza dell'Aiut Alpin Dolomites di Bolzano è stata invece inviata ad Auronzo di Cadore, sulla strada bianca del Bus de Pogofa che unisce il Rifugio Col de Varda al Città di Carpi, per un ciclista che era caduto dalla propria mountain bike riportando un probabile trauma al volto e cranico. Imbarcato, l'infortunato è stato accompagnato al pronto soccorso di Bolzano.
Pubblicato in 2018
Lunedì, 20 Agosto 2018 11:25

NUMEROSI INTERVENTI IN MONTAGNA

Belluno, 18 - 08 - 18
Attorno alle 13 due escursionisti che arrivavano dal Coldai hanno smarrito la traccia del sentiero numero 557, sotto il Passo del Tenente in Civetta, comune di Val di Zoldo. Dopo essere risaliti alle coordinate Gps del luogo in cui si trovavano, una squadra del Soccorso alpino ha individuato e raggiunto i due ragazzi, D.C., 30 anni, e M.C., 26 anni, di Cervarese Santa Lucia (PD) e li ha aiutati a ritornare sul sentiero. I soccorritori di Livinallongo sono invece intervenuti lungo il tracciato che si percorre in mountain bike da Porta Vescovo, dove un ciclista, M.G., 64 anni, di Bergamo, era caduto facendosi male a un polso. Caricato a bordo della jeep, l'uomo è stato accompagnato direttamente all'ospedale di Agordo. Il Soccorso alpino di Agordo è stato inviato dal 118 in località Casen, sotto il Passo Duran, comune di La Valle Agordina, per una escursionista veneziana, S.V., 64 anni, di Musile di Piave, infortunatasi a una gamba dopo essere scivolata. La donna è stata trasportata in fuoristrada direttamente all'ospedale. Due le emergenze a Cortina d'Ampezzo. In un caso i soccorritori hanno raggiunto una turista milanese, G.C., 52 anni, di Casalpusterlengo, che si era storta una caviglia lungo il sentiero numero 6 a Ra Stua, e la hanno portata al Codivilla. Di seguito una squadra del Sagf di Cortina è invece andata incontro a un escursionista bolognese, A.D.P., 57 anni, che era caduto in Val Travenanzes sbattendo il volto. I soccorritori lo hanno quindi trasportato al pronto soccorso del Codivilla. L'elicottero dell'Aiut Alpin Dolomites di Bolzano è stato infine inviato al Rifugio Tissi per imbarcare una donna che, per evitare un masso in caduta dalla parete, aveva messo male la gamba, riportando un trauma al ginocchio. L'infortunata, che era riuscita a salire fino al rifugio, ma non era più in grado di proseguire, è stata accompagnata all'ospedale di Agordo.
Pubblicato in 2018
Lunedì, 20 Agosto 2018 11:24

GRAVE CICLISTA CADUTO NELLA SCARPATA

Alpago (BL), 18 - 08 - 18
Sono gravi le condizioni di un ciclista che, perso il controllo della propria mountain bike, è caduto ed è ruzzolato per circa 200 metri in una scarpata, fermandosi sui tronchi a terra degli alberi. A lanciare l'allarme questa mattina poco prima delle 11 l'amico che si trovava con lui a Palughetto, nei boschi del Cansiglio. Una volta individuato tra la fitta vegetazione il luogo dell'incidente, l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore ha sbarcato il tecnico di elisoccorso, che ha subito attrezzato una sosta per poi calare di 15 metri medico e infermiere, che hanno subito prestato le prime cure all'uomo, L.A.M., 63 anni, di Noventa di Piave (VE), mentre sopraggiungeva personale del Soccorso alpino dell'Alpago in supporto alle operazioni. Dopo essere stato imbarellato, l'infortunato, che presentava un probabile politrauma, è stato recuperato con un verricello di 50 metri, per essere trasportato all'ospedale di Belluno.
Pubblicato in 2018
Mercoledì, 01 Agosto 2018 19:50

INTERVENTI IN MONTAGNA

Belluno, 31 - 07 - 18
Attorno alle 12 il 118 ha allertato il Soccorso alpino di Cortina per un ciclista caduto dalla propria mountain bike lungo una stradina a Forcella Lerosa. Sul posto si è recata una squadra del Sagf assieme a un infermiere, che ha prestato le prime cure all'uomo, R.O., 64 anni, svizzero, che aveva sbattuto la testa e si era ferito a una mano. Trasportato fino alla strada, l'infortunato è stato affidato all'ambulanza della Croce Bianca diretta all'ospedale di Belluno. Anche il Soccorso alpino di Livinallongo è intervenuto per un incidente in bici. Partita assieme al marito da Passo Pordoi in direzione di Porta Vescovo, una turista francese di 51 anni era scivolata in curva con la propria bicicletta a pedalata assistita ed era ruzzolata per qualche metro dal sentiero numero 680. Il marito aveva quindi raggiunto il Ristoro Lezuo, per dare l'allarme. La gestrice, componente del Soccorso alpino, si è subito diretta dall'infortunata mentre sopraggiungeva una squadra da Arabba. Caricata in barella, la donna è stata trasportata per circa 300 metri fino alla strada, dove attendeva l'ambulanza che la ha accompagnata ad Agordo. Infine nella zona della diga di Santa Caterina ad Auronzo di Cadore è in corso la ricerca di un anziano del posto, che si è allontanato senza più dare notizie di sé. Presenti il Soccorso alpino di Auronzo, i Vigili del fuoco, il Sagf, unità cinofile. 
Pubblicato in 2018
Lunedì, 30 Luglio 2018 11:28

INTERVENTI IN MONTAGNA

Belluno, 28  - 07 - 18
Verso le 11 l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è volato al Rifugio Sasso Bianco, nel comune di Canale d'Agordo, per un escursionista che si era fatto male già ieri. L'uomo, A.S., 50 anni, di Monte San Pietro (BO) ieri era scivolato dal sentiero, ruzzolando per una ventina di metri e procurandosi diversi probabili traumi. Imbarcato nell'eliambulanza attarrata in piazzola, l'infortunato è stato trasportato all'ospedale. Una squadra del Soccorso alpino di Cortina ha invece raggiunto la zona delle Cascate di Fanes dove un ciclista era caduto dalla propria mountain bike sbattendo la spalla. Raggiunto dai soccorritori, M.F., 49 anni, è stato accompagnato in jeep al Codivilla per le cure del caso.
 
Pubblicato in 2018
Pagina 1 di 4

Informativa sulla privacy e Termini di utilizzo

Leggere con attenzione prima di utilizzare questo sito.

Il sito è di proprietà di CNSAS VENETO  ,
 L'utilizzo del sito comporta l'accettazione dei Termini e delle Condizioni dell'Informativa sulla Privacy.