Lunedì, 22 Luglio 2019 13:14

MUORE COLTO DA MALORE

Comelico Superiore (BL), 22 - 07 - 19
Questa mattina verso le 10.20 la Centrale del Suem è stata contattata da una persona che, passeggiando lungo una strada sterrata non distante dall'abitato di Casamazzagno, si era imbattuta in un uomo riverso su un prato, privo di sensi. Subito sul posto è stata inviata una squadra del Soccorso alpino della Val Comelico, arrivata in jeep, e l'eliambulanza dell'Aiut Alpin Dolomites di Bolzano, atterrata poco distante. Purtroppo, una volta da lui, il personale medico non ha potuto far altro che constatare il decesso di B.M., 76 anni, di Comelico Superiore (BL), colto da malore mentre stava tagliando l'erba, una ventina di metri sotto la strada. Ricomposta e imbarellata, la salma è stata affidata al carro funebre.
Pubblicato in 2019
Lunedì, 22 Luglio 2019 13:12

RECUPERATA ALPINISTA SULLA TOFANA

Cortina d'Ampezzo (BL), 22 - 07 - 19
Attorno alle 10 la Centrale operativa del Suem è stata allertata per un'alpinista volata mentre, prima di una cordata di tre, stava scalando la Via Costantini - Ghedina, sul Pilastro della Tofana di Rozes. La ragazza, 26 anni, austriaca, era caduta per una ventina di metri e aveva sbattuto schiena e testa sulla roccia prima di fermarsi trattenuta dal compagno. L'elicottero del Suem di Pieve di Cadore, individuato il punto dell'incidente a circa metà via, ha calato in parete, a 2.400 metri di quota, medico e tecnico del Soccorso alpino dell'equipaggio, utilizzando un verricello di 70 metri. I soccorritori hanno prestato le prime cure all'infortunata, stabilizzandola. Imbarcata con una verricellata, la scalatrice, che aveva riportato un possibile politrauma, è stata trasportata all'ospedale di Belluno.
Pubblicato in 2019
Lunedì, 22 Luglio 2019 13:07

RECUPERATA ESCURSIONISTA SUL MONTE FIOR

Foza (VI), 21 - 07 - 19
L'elicottero di Treviso emergenza è intervenuto sul Monte Fior, dove un'escursionista, messo male il piede in una buca, si era procurata la probabile frattura di una caviglia. Dopo aver recuperato la donna, D.M., 54 anni, di Padova, con il verricello da un prato sotto la Città di roccia, l'eliambulanza è poi subito atterrata a Casara Montagna Nuova per provvedere alla stabilizzazione dell'infortunata, ma purtroppo le condizioni meteo sono peggiorate e il cielo si è chiuso impedendo il decollo. La squadra del Soccorso alpino di Asiago, che aveva raggiunto a piedi il luogo dell'incidente in supporto alle operazioni, ed era tornata alla jeep assieme all'amica dell'escursionista - poi rientrata con mezzi propri -  è ripartita verso Casara Montagna Nuova. Una volta lì ha trasferito sul fuoristrada l'escursionista ferita e l'ha trasportata lungo la mulattiera fino all'ambulanza, che attendeva a Rifugio Malga Ronchetto per accompagnarla all'ospedale di Asiago.
Pubblicato in 2019
Lunedì, 22 Luglio 2019 13:04

INFORTUNIO ALLA TRANSCIVETTA

Alleghe (BL), 21 - 07 - 19
Attorno a mezzogiorno l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è intervenuto lungo il percorso della Transcivetta, per un atleta che, messo male un braccio, aveva riportato un trauma. Atterrati a Pian de la Lora, equipe medica e tecnico di elisoccorso hanno prestato le prime cure a S.S., 36 anni, di Trieste, poi trasportato all'ospedale di Belluno.
Pubblicato in 2019
Lunedì, 22 Luglio 2019 12:59

INTERVENTO IMPEGNATIVO SUL BAFFELAN

Valli del Pasubio (VI), 20 - 07 - 19
Passate da poco le 14, la Centrale operativa del Suem di Vicenza ha allertato il Soccorso alpino di Schio per un incidente avvenuto sul penultimo tiro della Via Soldà sul Pilastro del Baffelan. Ormai quasi alla fine, all'altezza della sosta che incrocia la Via Verona unendosi a questa nell'ultimo tiro, seconda di cordata, un'alpinista, che si trovava spostata rispetto alla verticale, è scivolata. La sua caduta ha dato origine a un pendolo sulla corda, che l'ha portata a sbattere sulla roccia con testa e fianco. Il compagno, dopo essere riuscito a sollevarla fino alla sosta, ha quindi lanciato l'allarme. Poiché la nebbia ne impediva l'avvicinamento, l'elicottero di Verona emergenza ha imbarcato le squadre - 9 soccorritori di Schio e 3 di Recoaro - Valdagno giunti in supporto alle operazioni - e in tre rotazioni li ha sbarcati in hovering al Passo del Baffelan. Saliti da dietro sulla normale fino alla cima e poi raggiunta la sosta, i soccorritori si sono calati fino a circa 1.800 metri di quota dall'infortunata, A.M.E., 46 anni, di Arco (TN), che aveva riportato diverse contusioni e un taglio sul gomito, le hanno prestato le prime cure e la hanno imbarellata, per procedere a una calata di 250 metri con corda statica fino al sottostante sentiero. Da lì la barella è stata trasportarla a spalla alla strada e affidata all'ambulanza di Valdagno. 
Pubblicato in 2019
Lunedì, 22 Luglio 2019 12:56

INTERVENTI IN MONTAGNA

Belluno, 20 - 07 - 19
Questa mattina attorno alle 10.30 il 118 è stato contattato da un ciclista in difficoltà nella zona di Col Villapiccola. L'uomo, A.P., 54 anni, di Alpago (BL), era uscito fuori sentiero con la propria bicicletta a pedalata assistita e non era più in grado di spostarsi. Allertato il Soccorso alpino di Auronzo, dopo averlo geolocalizzato una squadra del Sagf è partita in suo aiuto con il fuoristrada da Pian dei Buoi. Attorno alle 13 l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è decollato in direzione della Moiazza, poiché un alpinista era volato sulla Via Decima, riportando probabili traumi al volto e alla caviglia. Individuato a circa metà itinerario, il rocciatore, M.M., 55 anni, di Treviso, è stato recuperato dal tecnico del Soccorso alpino dell'equipaggio con un verricello e poi trasportato all'ambulanza diretta all'ospedale di Agordo. Il suo compagno ha ultimato la via assieme a un'altra cordata ed è rientrato autonomamente. Una squadra del Sagf di Auronzo ha poi recuperato attorno alle 16 un escursionista, S.B., 69 anni, di Padova che si era infortunato a un piede in Val d'Onge, sotto il Rifugio Città di Carpi, per poi affidarlo all'ambulanza.
Pubblicato in 2019
Lunedì, 22 Luglio 2019 12:55

ESCURSIONISTA BLOCCATA DAGLI SCHIANTI

San Tomaso Agordino (BL), 18 - 07 - 19 Attorno alle 17.30 un'escursionista tedesca di 49 anni ha contattato il 118, poiché si trovava in difficoltà, dopo una lunga camminata. Partita da Rocca Pietore, la donna era salita al Sasso Bianco, aveva svalicato e stava percorrendo il sentiero numero 623 verso San Tomaso Agordino, quando si era trovata in mezzo agli alberi abbattuti da Vaia e non era più stata in grado di procedere, molto affaticata dal lungo tragitto appena superato. L'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è quindi intervenuto e, dopo averla individuata in località Marzola, la ha recuperata con un verricello di 40 metri per trasportarla a valle. Preallertato il Soccorso alpino della Val Biois.

Pubblicato in 2019
Giovedì, 18 Luglio 2019 14:46

ESCURSIONISTI IN DIFFICOLTÀ SULL'ALTISSIMO

Malcesine (VR), 19 - 07 - 19
Alle 13.20 la Centrale operativa del 118 ha allertato il Soccorso alpino di Verona per una coppia di escursionisti francesi in difficoltà sull'Altissimo. I due, un ragazzo e una ragazza ventenni, stavano scendendo lungo il sentiero numero 8, ma, in un punto in cui la traccia prosegue poco visibile su una cengia a destra, loro erano andati dritti finendo in un ripido canale, incapaci di proseguire o tornare indietro. Grazie alle coordinate Gps è stato possibile geolocalizzare la zona in cui si trovavano, così l'elicottero di Verona emergenza, guidato anche al cellulare dalle loro indicazioni, è riuscito presto a individuarli a circa 1.200 metri di quota. Recuperati con un verricello di 35 metri dal tecnico di elisoccorso, i due sono stati trasportati alla piazzola della Protezione civile di Navene, dove attendeva un soccorritore. Pronta a intervenire in supporto alle operazioni una squadra del Soccorso alpino in partenza da Verona.
Pubblicato in 2019
Giovedì, 18 Luglio 2019 14:44

SCARICA DI SASSI, ALLARME SUL LAGAZUOI

Cortina d'Ampezzo (BL), 18 - 07 - 19
Attorno alle 12.30 alcune persone che si trovavano sul Sass de Stria hanno contattato il 118 poiché, di fronte a loro, avevano assistito a una scarica di sassi nella zona ovest del Lagazuoi e sentito della grida provenire dalla parete. L'elicottero del Suem di Pieve di Cadore, subito decollato, ha effettuato una lunga ricognizione, senza avere riscontri. Anche una pattuglia dei carabinieri, che si trovava alle Cinque Torri e si è portata sul Passo Valparola, per un'ulteriore verifica, non ha constatato emergenze in atto. Pronti a intervenire il Soccorso alpino e il Sagf di Cortina.
Pubblicato in 2019
Giovedì, 18 Luglio 2019 14:42

SOCCORSA ESCURSIONISTA IN DIFFICOLTÀ

Cortina d'Ampezzo (BL), 17 - 07 - 19
Attorno alle 17.30 l'elicottero Pelikan di Bolzano è volato sulla Tofana di Rozes, per un'escursionista che scendendo verso il Rifugio Giussani, stanca e infreddolita, non era più in grado di proseguire. Dopo aver imbarcato il gestore del Rifugio,  appartenente al Soccorso alpino di Cortina, per guidare l'equipaggio velocemente dove si trovava la donna, una trentacinquenne polacca, l'eliambulanza la ha individuata. Recuperata con un verricello, l'escursionista è stata poi trasportata all'ospedale di Bolzano, con un principio di ipotermia.
Pubblicato in 2019
Pagina 14 di 61

Informativa sulla privacy e Termini di utilizzo

Leggere con attenzione prima di utilizzare questo sito.

Il sito è di proprietà di CNSAS VENETO  ,
 L'utilizzo del sito comporta l'accettazione dei Termini e delle Condizioni dell'Informativa sulla Privacy.