Lunedì, 05 Agosto 2019 12:14

ESCURSIONISTA CADE E SBATTE LA TESTA

Val di Zoldo (BL), 05 - 08 - 19
Attorno alle 10 la Centrale del Suem è stata allertata per un incidente avvenuto sulle pendici est del Talvena, lungo l'Alta via numero 1. Attraversando con un gruppo di amici il Van de Zità de Fora verso il Rifugio Pian de Fontana, un'escursionista era infatti caduta sbattendo la testa a terra. Sbarcati dall'elicottero del Suen di Pieve di Cadore, medico, infermiere e tecnico del Soccorso alpino, all'infortunata, A.K., 59 anni, di Bressanone (BZ), sono state prestate le prime cure. Recuperata con un verricello di 10 metri, la donna è stata trasportata all'ospedale di Belluno con probabili trauma cranico e facciale.
Pubblicato in 2019
Lunedì, 05 Agosto 2019 12:10

ALTRI INTERVENTI IN MONTAGNA

Belluno, 04 - 08 - 19
Alle 17.10 il Soccorso alpino della Val Biois è stato allertato, su richiesta del personale degli impianti del Col Margherita, per un escursionista che si era fatto male nei pressi della strada sterrata che scende sulle piste, non distante dal Rifugio Laresei. Una squadra ha raggiunto in fuoristrada il punto indicato, all'altezza del palo numero 16 dell'impianto, e, dopo avergli immobilizzato il piede, ha caricato a bordo G.G., 23 anni, di Roma, che, mentre camminava assieme al fratello, si era storto una caviglia. I soccorritori lo hanno quindi accompagnato a Passo Valles, da dove si è allontanato autonomamente. Sempre attorno alle 17 l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è volato a Cortina d'Ampezzo, verso le Cinque Torri. Un dodicenne romano, in passeggiata con il padre e una comitiva di persone, era infatti caduto ferendosi sotto al ginocchio, a qualche centinaio di metri dal Rifugio Scoiattoli. Il ragazzino è stato medicato, imbarcato e portato all'ospedale di Agordo. Poco prima delle 18 sono arrivate al 118 numerose chiamate di persone che sentivano grida di aiuto provenire dalla Valle di Lamen, a Pedavena. Cinque tecnici del Soccorso alpino di Feltre si sono portati sul luogo dividendosi per la ricerca e, non senza fatica, sono riuscito a capire da dove arrivavano i richiami. In cerca di funghi, un quarantaquattrenne di Borgo Valbelluna (BL), era ruzzolato per una settantina di metri in un ripido canale difficoltoso da raggiungere in zona Pendana, in fondo alla vallata. Mentre tre soccorritori lo raggiungevano (e due rimanevano alla base della scarpata), l'elicottero di Treviso emergenza imbarcava un altro soccorritore in piazzola per guidare velocemente l'equipaggio a destinazione, poi sbarcato assieme a medico e tecnico di elisoccorso. Al fungaiolo sono state prestate le prime cure Dopo essere stato imbarellato, l'infortunato, che aveva riportato probabili traumi a spalle e costole, nonché diverse contusioni, è stato recuperato con un verricello e trasportato all'ospedale di Feltre. Anche i soccorrirori intervenuti sono stati elitrasportati a valle. 
Pubblicato in 2019
Lunedì, 05 Agosto 2019 12:08

INTERVENTI IN MONTAGNA

Belluno, 04 - 08 - 19
Questa mattina alle 9.40 l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è intervenuto lungo il percorso della Gara dei sei rifugi, per un concorrente che si era procurato un trauma alla caviglia in Valle dell'Arghena, prima di Forcella Col di Mezzo, a ovest delle Tre Cime si Lavaredo. Sbarcati con un verricello di 20 metri, equipe medica e tecnico di elisoccorso hanno stabilizzato la gamba dell'atleta, C.D.F., 27 anni, di Belluno, poi imbarcato in hovering e trasportato all'ospedale di Belluno . Alle 13 l'eliambulanza è stata inviata sotto la Tofana di Rozes dove, una ciclista di cortina d'Ampezzo (BL), M.P., 60 anni, era caduta con la propria mountain bike percorrendo il sentiero numero 412, che dal Rifugio Dibona scende al Falzarego. La donna, che aveva riportato un probabile trauma toracico, è stata imbarellata e trasportata all'elicottero atterrato nelle vicinanze, per essere accompagnata all'ospedale San Martino. Alle 14.30 circa l'eliambulanza dell'Aiut Alpin Dolomites di Bolzano, individuate le coordinate Gps del punto in cui si trovava, ha soccorso un escursionista sulla Cengia Gabriella, ad Auronzo di Cadore. L'uomo, un settantatreenne genovese, è stato poi portato all'ospedale di San Candido, con una probabile frattura alla gamba. L'allarme era stato lanciato tramite Georesq. Un escursionista impossibilitato a proseguire per un trauma al ginocchio è stato invece soccorso al Rifugio Tissi, ad Alleghe, dall'eliambulanza di Pieve di Cadore. Una volta caricato a bordo, L.T., 53 anni, di Camisano Vicentino (VI), è stato trasportato a Belluno.
Pubblicato in 2019
Lunedì, 05 Agosto 2019 12:04

SCIVOLA E RUZZOLA SUL SENTIERO

Schio (VI), 04 - 08 - 19
Alle 9.30 il Soccorso alpino di Schio è stato allertato dal Suem di Vicenza per un escursionista scivolato sull'anello storico delle postazioni di guerra di Vaccaresse, sul Monte Novegno. N.R., 30 anni, di Valli del Pasubio (VI), che si trovava con il fratello era ruzzolato per una ventina di metri, riportando un probabile trauma cranico, oltre a contusioni e tagli. Sul posto si è portato l'elicottero di Verona emergenza che ha sbarcato l'equipe medica e il tecnico di elisoccorso con un verricello. Prestate le prime cure, l'infortunato è stato imbarellato e recuperato sempre con il verricello per essere trasportato all'ospedale di Vicenza. Una squadra del Soccorso alpino di Schio era pronta a intervenire in supporto alle operazioni, in stand by a 200 metri dal luogo dell'incidente, anche per il rischio imminente di nebbia.
Pubblicato in 2019
Lunedì, 05 Agosto 2019 12:03

PRECIPITA COL PARAPENDIO

Borso del Grappa (TV), 03 - 08 - 19
Attorno alle 20.15 è scattato l'allarme per un parapendio precipitato a terra a Col Serai. Sul posto è stato inviato l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore che ha sbarcato in hovering il personale medico e il tecnico di elisoccorso. Il pilota,  che aveva riportato nell'urto probabili traumi alla colonna, lombare e toracico, è stato stabilizzato e caricato in barella, per essere recuperato, col supporto di una squadra del Soccosro alpino della Pedemontana del Grappa, utilizzando un verricello di 25 metri. L'infortunato è stato trasportato all'ospedale di Belluno. I soccorritori sono poi intervenuti con il personale del Suem di Crespano nel comune di Pieve del Grappa, in località Madonna del Covolo, all'agriturismo L'Alveare, per una donna che, a seguito dell'impatto con un animale, era ruzzolata a terra sbattendo la testa. 
Pubblicato in 2019
Lunedì, 05 Agosto 2019 12:02

RECUPERO IN PARETE SULLE TRE CIME

Auronzo di Cadore (BL), 03 - 09 - 19
Alle 19.30 circa l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è volato a Punta Frida sulle Tre Cime di Lavaredo, a seguito della chiamata di una cordata di alpinisti, affaticati e infreddoliti al rientro della Via Innerkofler. I due, un uomo e una donna della Repubblica Ceca, entrambi di 31 anni, completata la via non riuscivano a trovare il percorso del rientro, bloccati sulla forcella tra la Piccola e Cima Frida. Individuati dall'equipaggio, i rocciatori sono stati recuperati con un verricello di 50 metri.
Pubblicato in 2019
Lunedì, 05 Agosto 2019 11:58

ANCORA INTERVENTI IN MONTAGNA

Belluno, 03 - 08 - 19
Alle 11.40 circa il Soccorso alpino della Val Fiorentina è intervenuto in aiuto di un'escursionista, che era rimasta bloccata in un canale a monte della strada che sale da Malga Pian de Vacia, a Selva di Cadore. Una squadra ha raggiunto M.A.C., 73 anni, di Treviso e la ha aiutata a tornare sulla strada. Presenti anche i Vigili del fuoco volontari. A mezzogiorno e mezza circa una squadra del Soccorso alpino e del Sagf di Cortina sono invece state inviata dalla Centrale del 118 lungo il sentiero numero 223 che dai Tondi di Faloria va a Forcella Ciadin, per due escursionisti, padre e figlia, di 59 e 23 anni, di Ancona, che avevano sbagliato direzione ed erano scesi sul versante che dà su Passo Tre Croci, rimanendo incrodati. I soccorritori sono saliti in jeep e poi a piedi. Dopo averli individuati li hanno riaccompagnati sul sentiero. Alle 15.30 l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è decollato in direzione di Forcella Giau, San Vito di Cadore, per una escursionista che era scivolata e, messa male la mano, aveva riportato la probabile frattura di un polso. L'infortunata, L.R., 52 anni di Venezia, è stata imbarcata e trasportata all'ospedale di Belluno.
Pubblicato in 2019
Lunedì, 05 Agosto 2019 11:56

INTERVENTI IN MONTAGNA

Belluno, 03 - 08 - 19
Questa mattina verso le 8.30 il 118 è stato allertato per un incidente in bici sulla strada che porta al Rifugio Dal Piaz. Mentre saliva in mountain bike con il figlio e un amico, R.G., un sessantenne di Feltre (BL), era caduto ruzzolando per alcuni metri e sbattendo la testa. Scattato l'allarme, sul posto sono stati inviati una squadra del Soccorso alpino di Feltre e un'ambulanza. L'uomo è stato raggiunto 5 chilometri circa sopra l'abitato di Croce d'Aune, a Sovramonte, e gli sono state prestate le prime cure urgenti, con l'ausilio dell'equipe medica dell'elicottero del Suem di Pieve di  Cadore sbarcata con un verricello di 30 metri nelle vicinanze. Imbarellato e issato a bordo sempre con il verricello, l'infortunato è stato trasportato con un probabile grave politrauma all'ospedale di Treviso. Alle 10.30 circa l'eliambulanza dell'Aiut Alpin Dolomites di Bolzano è intervenuta a Cortina d'Ampezzo, precisamente lungo la Via Colbertaldo al Sass de Stria, dove un alpinista cinquantenne, colpito al volto da una scarica di sassi, aveva riportato un sospetto trauma facciale. Recuperato dal tecnico di elisoccorso, il rocciatore è stato accompagnato all'ospedale di Belluno.
Pubblicato in 2019
Lunedì, 05 Agosto 2019 11:53

INTERVENTI IN MONTAGNA

Belluno, 02 - 08 - 19
Alle 15.20 circa la Centrale del 118 ha ricevuto diverse chiamate da persone che avevano sentito ripetute grida di aiuto provenire dalla zona della Ferrata delle Trincee, sul Padon. L'equipaggio dell'elicottero del Suem di Pieve di Cadore, subito decollato, ha effettuato una ricognizione dell'area, trasportando in quota una squadra del Soccorso alpino di Livinallongo per poi rientrare, mentre altri soccorritori salivano con la funivia. La perlustrazione, durata fino alle 19, senza che si udissero altri richiami, non ha portato a rinvenire alcuno in difficoltà.
Alle 15.30 il Soccorso alpino di Cortina è stato allertato per un'escursionista tedesca di 35 anni, che si era fatta male a una gamba lungo il sentiero numero 424 di Pian dei Menis, Col Gallina. Una squadra del Sagf ha quindi raggiunto la donna con il fuoristrada e la ha accompagnata fino alla strada, dove attendeva l'ambulanza della Croce Bianca diretta all'ospedale Codivilla.
Pubblicato in 2019
Lunedì, 05 Agosto 2019 11:51

RECUPERATI ESCURSIONISTI SULL'ALTISSIMO

Malcesine (VR), 01 - 08 - 19
Attorno alle 20 l'elicottero di Verona emergenza è decollato in direzione del Monte Altissimo di Nago, dove una coppia di escursionisti aveva sbagliato a seguire il tracciato del sentiero numero 8, finendo bloccata in un canale, a 1.100 metri di quota, sopra un salto di roccia. Dalle coordinate Gps ricevute assieme all'altimetria, l'equipaggio è riuscito a individuare i due, 39 anni lui di Padova e 31 anni lei di Rovigo, e ha sbarcato infermiere e tecnico del Soccorso alpino di bordo con un verricello di 50 metri. Imbragati, gli escursionisti sono stati issati a bordo, per essere trasportati in piazzola a Navene, dove attendeva il personale del Soccorso alpino di Verona.
Pubblicato in 2019
Pagina 12 di 61

Informativa sulla privacy e Termini di utilizzo

Leggere con attenzione prima di utilizzare questo sito.

Il sito è di proprietà di CNSAS VENETO  ,
 L'utilizzo del sito comporta l'accettazione dei Termini e delle Condizioni dell'Informativa sulla Privacy.