Martedì, 13 Agosto 2019 12:26

DUE INTERVENTI IN MONTAGNA

Belluno, 09 - 08 - 19
Questa mattina attorno alle 10.20 l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è volato in Civetta, ad Alleghe, poiché un'escursionsita svizzera di 27 anni si era procurata un sospetto trauma alla caviglia, mentre con un gruppo di persone stava transitando sulla Forcella Col de Rean sotto il Rifugio Tissi. Sbarcati in hovering medico, infermiere e tecnico di elisoccorso, alla ragazza sono state prestate le prime cure. Recuperata con un verricello di 5 metri, l'infortunata è stata trasportata all'ospedale di Agordo. Subito dopo, su richiesta della Centrale di Bolzano, l'eliambulanza è stata inviata al Rifugio Locatelli, a Dobbiaco, dove si temeva un malore per un escursionista sessantenne di Finale Ligure (SV). Atterrati nelle vicinanze, dopo le valutazioni mediche dell'equipe sanitaria, è stato deciso di accompagnare l'uomo all'ospedale di Belluno per gli accertamenti del caso.
Pubblicato in 2019
Martedì, 13 Agosto 2019 12:22

CADE CON LA MOUNTAIN BIKE

Livinallongo del Col di Lana (BL), 08 - 08 - 19
Alle 17 circa l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è intervenuto lungo il sentiero numero 601 che collega il Passo Pordoi al Rifugio Sass Becei, ad Arabba, dove un ciclista romano di 17 anni era caduto con la propria mountain bike, sbattendo la testa. Gtazie alle indicazioni fornite da uno dei rifugisti, l'eliambulanza è atterrata nelle vicinanze del luogo dell'incidente. Prestate le prime cure, il ragazzo, che aveva riportato probabili traumi cranico e alla spalla, è stato imbarcato e trasportato all'ospedale di Belluno.
Pubblicato in 2019
Martedì, 13 Agosto 2019 12:17

SCIVOLA SUL SENTIERO

Domegge di Cadore (BL), 07 - 08 - 19
Alle 13.30 circa l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è intervenuto lungo il sentiero che da Forcella Montanaia scende al Rifugio Padova, per una turista romana che, messo male un piede, aveva riportato un probabile trauma alla caviglia. La donna, A.S., 33 anni, di Pomezia, che si trovava con altre 4 persone, è stata medicata dall'equipe sanitaria e recuperata con un verricello di 5 metri, per essere trasportata all'ospedale di Belluno.
Pubblicato in 2019
Martedì, 13 Agosto 2019 12:16

UOMO SOCCORSO IERI SERA IN GRAVI CONDIZIONI

Arsiè (BL), 07 - 08 - 19
Ieri attorno alle 19.30 è scattato l'allarme per una persona caduta nella zona del Col di Baio, sopra il Lago del Corlo. L'elicottero del Suem di Pieve di Cadore ha fatto un primo tentativo di avvicinamento, costretto a rientare per il maltempo. È quindi subentrata l'eliambulanza di Treviso emergenza che, dopo aver imbarcato un tecnico del Soccorso alpino di Feltre in supporto alle operazioni, è stata guidata sul posto e ha sbarcato medico, tecnico di elisoccorso e soccorritore con un verricello di trenta metri, per poi tornare in base. Sul posto c'era già un'ambulanza e l'infortunato, F.D.B., 77 anni, di Fonzaso (BL) era stato raggiunto dai due infermieri, con lui anche il figlio. Dalle informazioni sulla dinamica dell'incidente, scendendo nel bosco nel tratto tra due strade in cerca di funghi, l'uomo era scivolato per diverse decine di metri tra le piante, riportando un probabile grave politrauma e perdendo coscienza. Prestate le prime cure urgenti, i soccorritori lo hanno imbarellato e trasportato a mano per circa 200 metri fino alla sterrata dove era in attesa l'ambulanza. Accompagnato a Feltre, l'infortunato è poi stato trasferito a Treviso.
Pubblicato in 2019
Martedì, 13 Agosto 2019 12:14

DUE INTERVENTI IN MONTAGNA

Treviso, 06 - 08 - 19
Questa mattina verso le 11.15 il Soccorso alpino della Pedemontana del Grappa è stato allertato dalla Centrale del Suem, per un parapendio precipitato poco sotto il decollo Stella alpina a Borso del Grappa. Una squadra si è portata sul posto e ha individuato la pilota, una ventinovenne tedesca, rimasta sospesa tra gli alberi a 6 metri dal suolo, senza fortunatamente riportare conseguenze. Raggiunta dai soccorritori con tecniche di tree - climbing, la ragazza è stata assicurata e calata a terra.
Attorno alle 16.30 una squadra del Soccorso alpino delle Prealpi Trevigiane è partita in direzione di località Piaia, a Fregona, dove un'escursionista quarantenne era stata colta da malore, mentre con il marito stava rientrando lungo il sentiero delle Grotte del Caglieron. Ai soccorritori si sono uniti una seconda squadra, arrivata in fuoristrada, e medico e tecnico di elisoccorso dell'elicottero di Treviso emergenza, sbarcati con il verricello. Valutate le sue condizioni, la donna è stata imbarellata e trasportata con la jeep fino all'ambulanza sopraggiunta nel frattempo, che la ha accompagnata all'ospedale di Vittorio Veneto.
 
Pubblicato in 2019
Martedì, 13 Agosto 2019 12:14

CRISI DI PANICO SUL GHIAIONE

Cortina d'Ampezzo (BL), 06 - 08 - 19
Poco prima delle 15 un'escursionista di Merate (LC), E.A., 25 anni, ha contattato il 118 poiché, impaurita, non era più in grado di proseguire lungo il ghiaione che scende da Forcella Staunies. Partita con due amici per salire al Rifugio Lorenzi, la ragazza si era infatti fermata, dicendo che li avrebbe raggiunti in seguito, ma poi non era più riuscita ad avanzare. L'elicottero del Suem di Pieve di Cadore ha tentato un primo avvicinamento, ostacolato dal temporale che lo ha costretto a rientrare in base. Mentre le squadre del Soccorso alpino e del Sagf di Cortina si preparavano a intervenire, il tempo è migliorato e la giovane è stata recuperata dall'eliambulanza con un verricello di 20 metri, per essere poi portata al Rifugio Son Forca e affidata ai soccorritori arrivati in fuoristrada.
Pubblicato in 2019
Martedì, 13 Agosto 2019 12:12

INTERVENTI IN MONTAGNA

Belluno, 06 - 08 - 19
Questa mattina alle 7.30 il Soccorso alpino di Cortina è salito in fuoristrada al Rifugio Biella e ha caricato a bordo una turista tedesca di 29 anni, che si era sentita poco bene, per accompagnarla all'ospedale Codivilla per le verifiche del caso.
Attorno alle 11 il Soccorso alpino della Val Pettorina è intervenuto lungo un tratto dell'Alta Via numero 2, quello che dopo Malga Gran Pian si dirige verso Franzedas, a Rocca Pietore, dove un'escursionista, C.V., 56 anni, di Lugo (RA), che stava passeggiando con il marito, la sorella e il loro cane, era caduta, ruzzolando in una scarpata e sbattendo la schiena contro il tronco di un albero caduto. Dopo essere stata raggiunta da una squadra avvicinatasi in quad e poi a piedi, poiché la donna manifestava problemi respiratori a causa del colpo, è stata chiamata in supporto l'eliambulanza dell'Aiut Alpin Dolomites di Bolzano, che ha sbarcato con il verricello in mezzo al bosco medico e tecnico di elisoccorso. L'infortunata è stata imbarellata e issata a bordo, per essere poi trasportata all'ospedale di Belluno.
Verso le 13 è scattato l'allarme per un mancato rientro in Val Falcina, laterale della Valle del Mis, a Sospirolo. Partiti da Pian Falcina per il giro ad anello, tre escursionisti francesi dopo la prima salita si erano separati verso le 9.30 e uno di loro era rientrato da solo. Terminata la camminata i due amici erano tornati a valle, ma non avevano più ritrovato il loro compagno, non contattabile al cellulare data l'assenza di copertura telefonica. Cinque tecnici del Soccorso alpino di Belluno si sono portati sul posto e si sono fatti accompagnare nel punto dove l'uomo, un trentunenne, era stato visto l'ultima volta, per avviare la ricerca, mentre partiva anche il Centro mobile di coordinamento. Fortunatamente alle 14.20 circa il turista è stato rintracciato sulla spiaggia del lago e l'allarme è cessato.
Pubblicato in 2019
Martedì, 13 Agosto 2019 12:10

GRAVE INCIDENTE A CORTINA

Cortina d'Ampezzo (BL), 06 - 08 - 19
Questa mattina attorno alle 10 l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è decollato in direzione del Gruppo delle Tofane, dove un escursionista era caduto lungo il sentiero numero 421, che collega il Rifugio Dibona al Rifugio Pomedes e passa sotto la Ferrata Astaldi. L'uomo, S.T., 55 anni, di Vecchiano (PI), che si trovava con la moglie e i figli, perso l'equilibrio era ruzzolato per un centinaio di metri sul prato, cadendo poi da un salto di roccia di altri dieci e fermandosi su un terrazzino detritico. Raggiunto dall'equipe medica e dal tecnico del Soccorso alpino dell'elicottero del Suem di Pieve di Cadore, sbarcati con un verricello di venti metri, all'uomo sono state prestate le prime cure urgenti. L'infortunato è stato poi imbarellato e recuperato sempre con una verricellata, per essere trasportato con un grave politrauma all'ospedale di Treviso.
Pubblicato in 2019
Martedì, 06 Agosto 2019 13:52

ANCORA INTERVENTI IN MONTAGNA

Belluno, 05 - 08 - 19
Alle 16 circa il Soccorso alpino di Cortina è stato allertato per un escursionista fattosi male lungo il sentiero che scende dal Rifugio Scoiatttoli. Raggiunto da una squadra dove il percorso passa tra il settimo e l'ottavo pilone degli impianti da una squadra del Sagf, l'infortunato che aveva riportato un possibile trauma alla caviglia è stato trasportato a valle. Sempre a Cortina, attorno alle 18.30 l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è stato inviato a soccorrere due turisti lodigiani che scendendo da Forcella Ra Ola per raggiungere Pomedes, anziché prendere la direzione del Fornenton e di Ra Valles, avevano seguito una traccia errata, finché, stanchi e fuori percorso, avevano chiesto aiuto. Individuati dall'eliambulanza nel Vallone de Ra Ola, N.F., 51 anni, lei e F.G, 50 anni, lui, sono stati imbarcati in hovering dal tecnico di elisoccorso, per poi essere portati a Pomedes. Intervento in corso per il Soccorso alpino di Auronzo, che ha invece individuato e raggiunto delle persone rimaste bloccate dagli schianti di Vaia in Val da Rin e che provvederà a riaccompagnare alla propria macchina.
Pubblicato in 2019
Martedì, 06 Agosto 2019 13:50

INTERVENTI IN MONTAGNA

Belluno, 05 - 08 - 19
Attorno a mezzogiorno il Soccorso alpino di Auronzo è stato allertato per un escursionista che era arrivato da solo al Rifugio Lavaredo, dopo essere scivolato e aver sbattuto la testa. Una squadra del Sagf ha quindi raggiunto F.L., 30 anni, di Calenzano (FI), in jeep e lo ha accompagnato a valle.
Poco prima delle 14 i soccorritori di Agordo sono invece stati inviati sopra l'abitato di Pradimezzo, nel comune di Cencenighe Agordino. A quota 1000 metri, sul sentiero che porta al Bivacco Bedin, una ragazza, M.C., 33 anni, di Cimadolmo (TV), aveva messo male un piede con conseguente storta alla caviglia. Gli amici l'avevano caricata sulle spalle e aiutata a scendere verso valle, dove la squadra l'ha fatta salire in fuoristrada per accompagnarla all'ospedale di Agordo. L'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è volato nei pressi di Malga Ombretta, a Rocca Pietore, per una giovane scivolata su una lingua di neve. La quattordicenne di Trebaseleghe (PD), con un possibile trauma cranico, è stata trasportata all'ospedale di Belluno. Successivamente l'eliambulanza è stata dirottata sul Coston d'Averau, a Cortina d'Ampezzo, per un alpinista caduto e feritosi a un piede. Il rocciatore, G.G., polacco, di 22 anni, che aveva riportato un probabile trauma alla caviglia, è stato recuperato con un verricello di 60 metri e portato all'ospedale di Agordo.
Pubblicato in 2019
Pagina 11 di 61

Informativa sulla privacy e Termini di utilizzo

Leggere con attenzione prima di utilizzare questo sito.

Il sito è di proprietà di CNSAS VENETO  ,
 L'utilizzo del sito comporta l'accettazione dei Termini e delle Condizioni dell'Informativa sulla Privacy.