Romano d'Ezzelino (VI), 29 - 02 - 20
A seguito della segnalazione di un escursionista che, dal sentiero numero 952 in Valle di Santa Felicita, aveva visto la carcassa di un'auto a distanza, su richiesta della Centrale del 118 una squadra del Soccorso alpino della Pedemontana del Grappa ha provveduto alla verifica della situazione. I soccorritori si sono quindi calati una quarantina di metri all'altezza del 7° tornante della Strada Cadorna, che porta a Cima Grappa, e hanno trovato una vecchia auto di colore blu. Poiché il testimone parlava invece di una macchina grigia, la squadra ha proceduto nella perlustrazione finché non ha rinvenuto anche la seconda carcassa, 300 metri più sotto. Dalle condizioni dei due mezzi, si e stabilito che si trattava di automobili presenti in loco da diversi anni e, in accordo con i Carabinieri di Romano d'Ezzelino e di Bassano del Grappa, la verifica si è conclusa.
 
Pubblicato in 2020
Giovedì, 06 Febbraio 2020 14:17

GRIDA NEL BOSCO, ALLARME RIENTRATO

Sant'Anna d'Alfaedo (VR), 03 - 02 - 20
Cessato l'allarme per una persona in possibile difficoltà, a seguito della segnalazione di due escursioniste, che avevano sentito delle urla salendo verso il Corno d'Aquilio. I carabinieri sono risaliti a chi aveva gridato e non si trattava di qualcuno che necessitasse di aiuto. Le squadre del Soccorso alpino di Verona, che stavano verificando alcune zone a monte di località Tommasi, stanno quindi rientrando.
Pubblicato in 2020
Sant'Anna d'Alfaedo (VR), 03 - 02 - 20
Partite da località Tommasi per una passeggiata sul Corno d'Aquilio, questa mattina, poco sopra l'abitato, madre e figlia hanno sentito delle forti grida. Grida che si sono ripetute più sopra, quando le due donne si sono alzate di quota, per interrompersi in rispososta alla domanda delle escursioniste, se qualcuno avesse bisogno di aiuto. Preoccupate, madre e figlia hanno avvisato i carabinieri. Su richiesta della prefettura verso le 9 è stato allertato il Soccorso alpino di Verona, sul posto anche i Vigili del fuoco e la Protezione civile che stanno perlustrando le aree a valle. Otto soccorritori stanno invece bonificando le zone impervie e i sentieri del Corno Mozzo e del Corno d'Aquilio per escludere la presenza di persone in difficoltà.
Pubblicato in 2020
Lunedì, 18 Novembre 2019 16:52

VALLE DI SAN LUCANO, INTERVENTO NELLA NOTTE

Taibon Agordino (BL), 17 - 11 - 19
A seguito del controllo della strada della Valle di San Lucano, in vista dell'emanazione dell'ordinanza di chiusura del sindaco per il pericolo di frane e valanghe a partire dalla mezzanotte di ieri, in fondo a Col di Prà è stata rinvenuta una macchina parcheggiata. Attorno alle 21 è stato quindi allertato il Soccorso alpino di Agordo, per cercare di individuarne gli occupanti prima dell'acuirsi del maltempo da allerta rossa. Risaliti al proprietario residente a Oderzo (TV), è stata rintracciata la moglie, che ha confermato l'intenzione del marito di passare la notte con amici in montagna, senza conoscerne però la meta. I soccorritori hanno subito contattato il Cai di Salgareda, proprietario di Casera Malgonera, una delle 5 che si trovano nella valle, venendo a sapere che effettivamente alcune persone avevano fatto richiesta per passarci la notte. Una squadra si è quindi portata con la jeep fino a Pont, per poi risalire a piedi, con la pioggia fino a circa 1.200 metri di quota, sotto la neve fino ai 1.500 metri della casera. Lungo il percorso, a mezzanotte e mezza, i soccorritori si sono imbattuti anche in una frana con alberi abbattuti che, quando sono saliti i 4 escursionisti alle 13 - hanno saputo poi - non c'era. Raggiunta la casera la squadra ha trovato i 4 amici e li ha avvisati della situazione e dell'alto rischio di smottamenti in tutta la vallata. Gli escursionisti, trevigiani cinquantenni, hanno quindi deciso di rientrare e sono scesi assieme ai soccorritori. L'intervento si è concluso alle 3.
Pubblicato in 2019
Giovedì, 18 Luglio 2019 14:44

SCARICA DI SASSI, ALLARME SUL LAGAZUOI

Cortina d'Ampezzo (BL), 18 - 07 - 19
Attorno alle 12.30 alcune persone che si trovavano sul Sass de Stria hanno contattato il 118 poiché, di fronte a loro, avevano assistito a una scarica di sassi nella zona ovest del Lagazuoi e sentito della grida provenire dalla parete. L'elicottero del Suem di Pieve di Cadore, subito decollato, ha effettuato una lunga ricognizione, senza avere riscontri. Anche una pattuglia dei carabinieri, che si trovava alle Cinque Torri e si è portata sul Passo Valparola, per un'ulteriore verifica, non ha constatato emergenze in atto. Pronti a intervenire il Soccorso alpino e il Sagf di Cortina.
Pubblicato in 2019
Giovedì, 18 Luglio 2019 14:21

ALLARME RIENTRATO PER VELA PRECIPITATA

Borso del Grappa (TV), 16 - 07 - 19
Poco prima delle 16 la Centrale del 118 e stata allertata da alcune persone che avevano visto precipitare una vela sopra Borso del Grappa. L'elicottero di Treviso emergenza, subito decollato, ha effettuato un sorvolo del punto indicato senza rinvenire alcuna traccia. Poco dopo è arrivata la notizia che il pilota era stato visto recuperare la propria vela e l'allarme è quindi rientrato.
Pubblicato in 2019
Sabato, 28 Ottobre 2017 14:53

RICERCA PERSONA IERI SERA

Sant'Anna d'Alfaedo (VR), 27 - 10 - 17
Ieri attorno alle 18.30 il Soccorso alpino di Verona è stato allertato dalla Centrale del 118 per la verifica di una segnalazione. Due persone avevano infatti visto passare da un sentiero nella zona del Ponte di Veia, in Lessinia, un uomo con il proprio cane. Dopo una mezz'ora il cane era tornato indietro da solo, i due avevano aspettato, poi, non vedendo rientrare il proprietario, temendo fosse successo qualcosa avevano lanciato l'allarme. Sul posto è stata inviata una squadra, assieme ai carabinieri e ai Vigili del fuoco. Dopo aver verificato che il cane, un labrador di 4 mesi, non era provvisto di microchip per poter risalire al padrone, è stata avviata la ricerca. I soccorritori hanno perlustrato tutta l'area, i sentieri e la zona del ponte senza rinvenire nessuno. Alle 22.30, on accordo con le forze presenti, l'intervento è stata sospeso.
Pubblicato in 2017
Martedì, 24 Ottobre 2017 08:05

SENTITE DELLE URLA, ALLARME RIENTRATO

Belluno, 18 - 10 - 17
Passate le 19 è scattato l'allarme nella zona di Sopracroda, dove dei ragazzi avevano sentito dei richiami provenienti dalla Valle dell'Ardo. Le squadre del Soccorso alpino di Belluno assieme ai Vigili del fuoco e ai carabinieri hanno iniziato a perlustrare l'area. Non avendo trovato alcun riscontro, alle 21 è stato deciso di sospendere le ricerche.
Pubblicato in 2017
Lunedì, 25 Settembre 2017 17:58

VERIFICA RITROVAMENTO DUE BORSONI

Rocca Pietore (BL), 20 - 09 - 17
Su richiesta dei carabinieri, questa mattina a partire dalle 7 il Soccorso alpino della Val Pettorina ha perlustrato un'ampia zona attorno a Malga Gran Pian, dove sono stati ritrovati due borsoni contenenti gli effetti personali di M.S., 45 anni, originario di Sassari. L'uomo, che ha lavorato a Malga Ombretta da metà giugno ai primi di agosto, al termine della sua collaborazione era stato accompagnato dal gestore a Malga Gran Pian dove avrebbe dovuto prendere la corriera. I soccorritori hanno controllato tutta l'area arrivando fino a Malga Ombretta, ai piedi della Marmolada, senza però rinvenirne traccia.
Pubblicato in 2017
Venerdì, 28 Luglio 2017 09:07

ALLARME PER PERSONA INFORTUNATA

Val di Zoldo (BL), 27 - 07 - 17
Attorno alle 18 l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è decollato per il Col della Grava, sotto il Civetta, poiché un passante si era imbattuto in un uomo a terra, ferito e sanguinante sotto il sentiero Tivan, e si era poi spostato dove aveva campo per lanciare l'allarme. Quando l'eliambulanza ha sorvolato la zona, il bivio tra il sentiero 557 e 558, ha visto l'uomo a terra che si è alzato allontanandosi e sparendo nel bosco. È stato quindi chiesto l'intervento del Soccorso alpino della Valle di Zoldo per provare a rintracciarlo e assicurarsi che stesse bene. I soccorritori hanno perlustrato la Grava, Col Grant e la Val di Pecol senza rinvenirne traccia. Sono state verificate le auto parcheggiate nella zona ed è stato contattato il gestore del Rifugio Torrani che ha parlato di un escursionista da solo, sceso per raggiungere poi il Rifugio Coldai. Anche il Coldai è stato contattato, ma nessuno al momento si è presentato manifestando difficoltà.
Pubblicato in 2017

Informativa sulla privacy e Termini di utilizzo

Leggere con attenzione prima di utilizzare questo sito.

Il sito è di proprietà di CNSAS VENETO  ,
 L'utilizzo del sito comporta l'accettazione dei Termini e delle Condizioni dell'Informativa sulla Privacy.