Mercoledì, 07 Marzo 2018 16:23

SI CERCA UNA DONNA A PONTE NELLE ALPI

Ponte nelle Alpi (BL), 07 - 03 - 18
Dopo l'allerta, ieri in serata, a seguito della segnalazione di scomparsa da parte dei familiari, il Soccorso alpino di Longarone prosegue anche oggi le ricerche di Aurelia Spaziano, 69 anni, di Ponte nelle Alpi (BL), allontanatasi a piedi nel primo pomeriggio dalla propria abitazione nella frazione di Polpet, senza più dare notizie di sé. Attualmente il Centro mobile di coordinamento è posto a Polpet e i soccorritori di Longarone e Belluno, con un'unità cinofila stanno pelustrando assieme ai Vigili del fuoco tutta l'area attorno all'abitato, allargando la zona di indagine alle pendici dei monti circostanti. Aurelia è alta 1.57, ha capelli corti scuri e occhi castani, porta gli occhiali, indossa una maglia rosa e una beige con cuori neri e un pellicciotto nero. Chiunque avesse sue notizie è pregato di contattare i carabinieri.
Pubblicato in 2018
Mercoledì, 07 Marzo 2018 16:22

RICERCA IN CORSO

Ponte nelle Alpi (BL), 06 - 03 - 18
Attorno alle 20.30 il Soccorso alpino di Longarone è stato allertato per avviare la ricerca di una donna di cui non si hanno più notizie da quando, nel primo pomeriggio, si è allontanata a piedi dalla propria abitazione a Polpet. Sul posto anche i soccorritori di Belluno e i Vigili del fuoco.
Pubblicato in 2018
Mercoledì, 07 Marzo 2018 16:21

TROVATO SENZA VITA UOMO SCOMPARSO

Gallio (VI), 06 - 03 - 18
Attorno alle 15.30 il Soccorso alpino di Asiago è stato allertato su richiesta dei carabinieri, a seguito della segnalazione dei familiari di un uomo, preoccupati perché non avevano più sue notizie da ieri sera, dopo che dall'abitato di Gallio era partito a piedi diretto alla propria abitazione. I soccorritori, assieme alla Polizia municipale, hanno quindi avviato la ricerca lungo il tragitto indicato, finché non hanno individuato il corpo senza vita di R.S.., 67 anni, di Gallio (VI). L'uomo era ruzzolato per una cinquantina di metri, finendo in un prato nascosto da un cespuglio di rovi. Constatato il decesso, dopo aver ottenuto dalla magistratura il nulla osta per la rimozione, la salma è stata ricomposta e trasportata fino alla strada per essere affidata al carro funebre. 
Pubblicato in 2018
Pedavena (BL), 30 - 01 - 18
Da ieri sera, allertato poco prima delle 22, il Soccorso alpino di Feltre ha avviato per quanto di competenza la ricerca di Diletta Stucchi, 40 anni, di Feltre (BL), di cui non si hanno più notizie da ieri. Partita alle 13 con la propria macchina, una Citroen C2 nera targata CX366LF, Diletta non ha però raggiunto il luogo di lavoro. L'ultimo contatto telefonico con i familiari risale a ieri, verso le 15.30, poi alcuni operai di una ditta boschiva l'avrebbero vista un'ora più tardi nella zona di Camogne. Dato che si sta ancora cercando l'auto della donna, i soccorritori hanno effettuato sopralluoghi lungo la rete viaria di Cima Campon d'Avena, area coperta dall'ultima cella telefonica (il cellulare risulta spento o scarico da stamattina alle 5). Diletta è bionda, alta 1 metro e 60 e magra di corporatura. Indossa jeans chiari, un piumino marrone e scarponcini di pelle chiari. Chiunque avesse informazioni è pregato di contattare i carabinieri. 
Pubblicato in 2018
Mercoledì, 31 Gennaio 2018 11:12

SI CERCA UNA QUINDICENNE IN CADORE

Pieve di Cadore (BL), 27 - 01 - 18
Ieri sera verso le 22.30 il Soccorso alpino di Pieve di Cadore è stato allertato per la ricerca di una ragazza non rientrata a casa. La giovane, una quindicenne di Sappada, è stata vista l'ultima volta scendere dalla corriera all'altezza di Caralte attorno alle 17. I genitori dopo averla attesa invano hanno contattato i carabinieri. Nella notte due squadre hanno perlustrato a lungo la zona, anche sotto il ponte Cadore, aiutati da un'unità cinofila molecolare del Cnsas. Controllate altre possibili destinazioni della quindicenne ad Auronzo e in Comelico. In questo momento i soccorritori delle Stazioni di Pieve di Cadore, del Centro Cadore e del Sagf stanno continuando il sopralluogo.
Pubblicato in 2018
Mercoledì, 31 Gennaio 2018 11:10

CESSATO L'ALLARME PER RAGAZZO NON RIENTRATO

Crespadoro (VI), 24 - 01 - 18
Questa mattina il Soccorso alpino di Recoaro - Valdagno è stato preallertato dalla prefettura, e poi attivato alle 11, per prendere parte alla ricerca di un diciassettenne allontanatosi ieri verso le 20.30 dall'abitato di Marano e non rientrato. Fortunatamente poco dopo l'avvio della perlustrazione della zona - sul posto anche Vigili del fuoco e carabinieri - il ragazzo è tornato autonomamente e l'allarme è cessato. 
Pubblicato in 2018
Lunedì, 22 Gennaio 2018 14:37

SI ATTARDA, RITROVATO ESCURSIONISTA

 
Cortina d'Ampezzo (BL), 20 - 01 - 18
Partito con un gruppo di amici per una gita con le ciaspe dall'ex polveriera di Cimabanche in direzione di Malga Ra Stua, attraversando la Val di Gotres e Forcella Lerosa, un escursionista, E.R., 63 anni, di Treviso, si è attardato lungo il percorso. Giunti a destinazione, i compagni lo hanno atteso e, non potendo comunicare con lui per l'assenza di copertura telefonica, quando ormai era prossimo il buio hanno allertato il 118. Il Soccorso alpino di Cortina ha quindi inviato due squadre, con quad e motoslitta: una in dalita da Malga Ra Stua, una in Val di Gotres. I soccorritori che percorrevano la Val di Gotres hanno presto incrociato l'uomo che stava scendendo a piedi e lo hanno riaccompagnato a valle.
Pubblicato in 2018
Verona, 14 - 01 - 18
Sono numerosi gli interventi susseguitisi oggi sulle montagne tra Verona, Vicenza e Trento. Da segnalare purtroppo anche un incidente mortale sul Monte Plische, con intervento ancora in corso. Questa mattina alle 8, su richiesta della prefettura il Soccorso alpino di Verona ha preso parte a una imponente ricerca mirata a far luce sulla scomparsa di S.M., 61 anni, di Roncà, di cui non si hanno più notizie dal 20 dicembre, la cui auto era stata rinvenuta parcheggiata nei giorni successivi a Campofontana,  Selva di Progno (VR). Lì si erano concentrate le ricerche senza però alcun esito positivo. Oggi 122 persone, tra Soccorso alpino e speleo, Vigili del fuoco e diversi gruppi di Protezione civile con 8 unità cinofile si sono ritrovate al campo base. Sono state visionate 15 aree e in alcune sono state effettuate calate nelle pareti più verticali. Nessuna novità è però emersa. La ricerca si è chiusa alle 18.15. Alle 12 il Soccorso alpino di Verona è stato allertato in seguito alla chiamata di un escursionista la cui amica era scivolata dalla cima del Monte Plische, Gruppo del Carega, nei pressi della croce. Non sapendo su quale versante potessero trovarsi, si sono mosse le Stazioni del Soccorso alpino di Verona, Recoaro - Valdagno e Ala per la parte trentina. L'elicottero di Verona emergenza ha provato ad avvicinarsi, ostacolato però dalla nebbia. Appena si è aperto un varco, l'eliambulanza di Trento è riuscita a trasportare una squadra di 5 soccorritori di Ala al Rifugio Scalorbi e, durante una rotazione, ha individuato il chiamante, che non era ferito ma presentava principi di ipotermia, e lo ha recuperato. Nel frattempo una squadra di Verona con un medico partiva da Campofontana, così come sul versante vicentino si muoveva Recoaro - Valdagno. I soccorritori trentini sono stati i primi a raggiungere il corpo senza vita della donna in un canale. Non appena sono stati affiancati dai soccorritori veronesi, il medico della Stazione ne ha constatato ufficialmente il decesso. Al momento le squadre stanno scendendo con la salma verso il Rifugio Revolto. I soccorritori di Recoaro - Valdagno nel frattempo sono stati dirottati dal 118 nella zona di Bocchetta Fondi, poiché un gruppo di 8 escursionisti quarantenni di Padova - che aveva risalito un canale di neve con picche e ramponi - era stato bloccato dalla nebbia a 1.900 metri di quota. I soccorritori sono arrivati da loro e li hanno riaccompagnati a valle. Il Soccorso alpino di Verona è intervenuto inoltre in aiuto di due escursioniste che presentavano possibili traumi da caviglia, una scivolata sulla neve dura delle Creste di Naole sul Monte Baldo e una che aveva messo male il piede nella zona del Santuario della Madonna della Corona. 
Pubblicato in 2018
Martedì, 16 Gennaio 2018 16:49

RICERCA SOLAGNA, ANCHE OGGI ESITO NEGATIVO

Solagna (VI), 14 - 01 - 18
Hanno dato esito negativo anche oggi le ricerche di Stephane Lunardi, il cinquanunenne di Solagna (VI), scomparso da mercoledì scorso. Per quanto di competenza, il Soccorso alpino della Pedemontana del Grappa, impegnato (dopo aver ultimato l'intervento di questa mattina sotto Cima Grappa) dalle 13 alle 17 circa - ha percorso il sentiero alpinistico che fiancheggia la Valle di San Giorgio, un itinerario impegnativo che i soccorritori hanno in ogni caso controllato per non lasciare margini di dubbio su eventuali zone d'ombra. Oltre al Soccorso alpino hanno preso parte ai sopralluoghi odierni i Vigili del fuoco, l'Associazione nazionale dei carabinieri con le proprie unità cinofile, associazioni di Protezione civile. Ricordiamo che Stephane - che è alto un metro e 75, di corporatura robusta e ha i capelli bianchi -  al momento della scomparsa indossava un paio di jeans, camicia marrone con giubbetto blu senza maniche, scarpe antinfortunistica e portava un berretto scuro. Chiunque abbia sue informazioni è pregato di contattare i carabinieri. 
Pubblicato in 2018
Martedì, 16 Gennaio 2018 16:34

RICERCA SOLAGNA, PURTROPPO NESSUNA NOVITÀ

Solagna (VI), 13 - 01 - 18
Le squadre del Soccorso alpino della Pedemontana del Grappa stanno rientrando senza avere ancora potuto fare luce sulla scomparsa di Stephane Lunardi, 51 anni di Solagna (VI), di cui non si hanno più notizie dallo scorso mercoledì. Questa mattina i soccorritori sono ripartiti alle 8 per incamminarsi verso le Creste di San Giorgio. Hanno quindi salito la Val Lanari per poi imboccare la Valle delle Strette e ricongiungersi al sentiero 938 che scende da Campo Solagna. Ricontrollati anche i sentieri 943 e 942 della Cresta dei Cavallini con particolare attenzione alle gallerie della guerra che si incontrano lungo la discesa. La ricerca ripartirà domattina. Anche oggi erano presenti i Vigili del fuoco, l'Associazione nazionale dei carabinieri con le proprie unità cinofile, associazioni di Protezione civile. Ricordiamo che Stephane - che è alto un metro e 75, di corporatura robusta e ha i capelli bianchi -  al momento della scomparsa indossava un paio di jeans, camicia marrone con giubbetto blu senza maniche, scarpe antinfortunistica e portava un berretto scuro. Chiunque abbia sue informazioni è pregato di contattare i carabinieri. 
Pubblicato in 2018
Pagina 10 di 17

Informativa sulla privacy e Termini di utilizzo

Leggere con attenzione prima di utilizzare questo sito.

Il sito è di proprietà di CNSAS VENETO  ,
 L'utilizzo del sito comporta l'accettazione dei Termini e delle Condizioni dell'Informativa sulla Privacy.