Martedì, 29 Maggio 2018 10:44

RICERCA IN VAL VISDENDE: ALLARME RIENTRATO

San Pietro di Cadore (BL), 26 - 04 - 18
Attorno alle 14 un escursionista ha contattato il 118 poiché non riusciva più a rintracciare la moglie dopo che si erano separati durante una gita in Val Visdende. Arrivati a Malga Dignas, infatti, lui aveva proseguito per cercare un sentiero e lei si era fermata. Tornato sui suoi passi poco dopo però, non l'aveva più trovata. Dopo avere guardato nei dintorni - il cellulare non raggiungibile - aveva dato l'allarme. Fortunatamente, mentre una squadra raggiungeva l'uomo, la donna, 59 anni, padovana, arrivata in in una zona con copertura telefonica, è stata rintracciata al telefono che stava scendendo e l'allarme è rientrato.
Pubblicato in 2018
Crespano del Grappa (TV), 22 - 04 - 18
Questa notte alle 3.20 il Soccorso alpino della Pedemontana del Grappa è stato allertato dai carabinieri di Castelfranco Veneto per avviare la ricerca di un giovane, D.B., 32 anni, di Crocetta del Montello (TV), la cui auto era stata rinvenuta parcheggiata 200 metri sotto Cima Grappa, lungo la Strada Generale Giardino. Una squadra, arrivata in zona, ha iniziato a perlustrare la zona verso località Archeson, arrivando a circa 4 chilometri di distanza cercando lungo gli strapiombi verso valle, senza rinvenirne traccia. Appena ha fatto luce è decollato l'elicottero di Treviso emergenza, che ha imbarcato 2 soccorritori per portarli nella zona delle Meatte, possibile meta del ragazzo. Successivamente l'eliambulanza ha caricato a bordo un terzo soccorritore per sorvolare un'altra area, sotto il decollo dei parapendii del Panettone. Purtroppo alle 9 l'equipaggio ha individuato il corpo senza vita in un canale che confluisce nella Valle della Madonna, 80 metri sotto la strada che porta a Malga rifugio Ardosetta. Constatato il decesso e ottenuto il nulla osta dalla magistratura per la rimozione, la salma riconposta è stata recuperata con il verricello e trasportata sulla strada, dove attendevano carabinieri e Soccorso alpino, per affidarla al carro funebre.
Pubblicato in 2018
Martedì, 24 Aprile 2018 09:21

PERDE LA VITA CERCANDO ASPARAGI

Lentiai (BL), 08 - 04 - 18
Attorno alle 13.40 il 118 ha allertato il Soccorso alpino di Feltre per il mancato rientro di un cercatore di asparagi in località Boschi, sopra Lentiai. V.D.Z., 69 anni, di Pedavena (BL), era partito attorno alle 10.30, dicendo che sarebbe tornato dopo un'oretta. Dopo averlo atteso invano, i familiari hanno dato l'allarme indicando la zona dove l'uomo era diretto. I soccorritori hanno iniziato a perlustrare i sentieri, sul posto anche i Vigili del fuoco che hanno effettuato un sopralluogo con il loro elicottero. Verso le 16, quando l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore si apprestava a sorvolare l'area con un soccorritore a bordo, una squadra ha individuato il corpo senza vita dell'uomo, che era caduto per una decina di metri in un ripido canale a fianco del sentiero che stava percorrendo, riportando traumi fatali. L'eliambulanza ha subito sbarcato nelle vicinanze medico e tecnico di elisoccorso che hanno solamente potuto constatarne il decesso. Una volta ottenuto il via libera dalla magistratura, la salma è stata ricomposta e imbarellata. I soccorritori  hanno quindi risalito il pendio 20 metri, per poi trasportare la barella assicurata a una corda lungo una cengia fino alla jeep e da lì alla strada, in attesa del carro funebre. Sul posto anche il Centro mobile di coordinamento del Soccorso alpino e i carabinieri.
Pubblicato in 2018
Ferrara di Monte Baldo (VR), 04 - 04 - 18
Questa mattina un escursionista, lasciata l'auto a Novezzina, è partito per una camminata - attrezzato con piccozza, ramponi e Artva - lungo uno dei ripidi canali del Monte Baldo attualmente innevati. Verso le 18, non avendo sue notizie, preoccupata dal cellulare che suonava libero senza risposta, la moglie ha contattato un amico della Protezione civile di Ferrara di Monte Baldo, che, trovandosi a Novezzina, ha confermato la macchina del marito vi fosse ancora parcheggiata e le ha consigliato subito di allertare il 118. L'elicottero di Verona emergenza, decollato poco dopo, è riuscito ad arrivare fino a Ferrara di Monte Baldo, bloccato poi dalla nebbia, e lì ha sbarcato l'equipe medica con il tecnico di elisoccorso che ha proseguito in macchina, raggiungendo due squadre del Soccorso alpino di Verona - 8 soccorritori tra i quali un infermiere - arrivate una da Caprino e una da Verona, presenti anche i Vigili del fuoco. Nel frattempo il ragazzo della Protezione civile assieme a un altro volontario si era diretto verso un vajo, probabile meta dell'escursionista, S.B., 49 anni, di Caprino Veronese (VR) chiamandolo. Finché a un certo punto lui ha risposto e i due volontari hanno attivato il proprio Artva individuandolo poco dopo. Salendo questa mattina, una piccola scarica di neve lo aveva trascinato facendolo probabilmente cadere da un salto di roccia di una decina di metri e lasciandolo sepolto alla base del canale, solo il volto fuori, con una probabile gamba rotta, possibili traumi al costato e in ipotermia. Sul posto si è portato il personale medico dell'eliambulanza con l'infermiere e le squadre del Soccorso alpino. Prestate le prime cure, l'escursionista è stato imbarellato e calato per un'ottantina di metri fino alla strada, da dove è stato trasportato a spalla all'ambulanza diretta all'ospedale di Borgo Trento.
Pubblicato in 2018
Paderno del Grappa (TV), 11 - 03 - 18
Alle 13.30 il Soccorso alpino della Pedemontana del Grappa è stato allertato per due giovani escursionisti in difficoltà sul Monte Grappa. I due, E.F., di Borso del Grappa (TV), e A.B., di Bassano del Grappa (VI), entrambi di 23 anni, erano partiti in mattinata per una camminata lungo il sentiero numero 153, che da San Liberale sale alle Meatte. Una volta in cima, avevano proseguito, sebbene con abbigliamento non adeguato e senza ramponi e piccozze, finché, in difficoltà, uno dei due aveva contattato il padre. Cercando di proseguire seguendo le indicazioni ricevute, però, si erano trovati in mezzo alla nebbia perdendosi ed era scattato l'allarme. I soccorritori si sono quindi divisi in tre squadre: una, assieme al padre e al fratello del ragazzo di Borso del Grappa,  è risalita dal sentiero 151, la seconda ha intrapreso il 153, la terza si è mossa con il fuoristrada arrivando alla strada del Salto delle capre e riuscendo a proseguire fino a 1.200 metri di altitudine. Lasciata la macchina, i soccorritori sono poi avanzati nella neve con gli sci d'alpinismo, sotto la pioggia e con una visibilità limitata a 30 metri. Fortunatamente i due ragazzi si trovavano in una zona con copertura telefonica e, risaliti alle coordinate Gps, la terza squadra è riuscita a geolocalizzarli nei pressi di Malga Archeson, a quota 1.470 metri, e a raggiungerli. Dopo aver daro loro indumenti di ricambio, i soccorritori li hanno guidati a ritroso sulla loro traccia. Una volta in macchina, li hanno riaccompagnati a valle. L'intervento si è concluso alle 19.
Pubblicato in 2018
Mercoledì, 07 Marzo 2018 16:23

SI CERCA UNA DONNA A PONTE NELLE ALPI

Ponte nelle Alpi (BL), 07 - 03 - 18
Dopo l'allerta, ieri in serata, a seguito della segnalazione di scomparsa da parte dei familiari, il Soccorso alpino di Longarone prosegue anche oggi le ricerche di Aurelia Spaziano, 69 anni, di Ponte nelle Alpi (BL), allontanatasi a piedi nel primo pomeriggio dalla propria abitazione nella frazione di Polpet, senza più dare notizie di sé. Attualmente il Centro mobile di coordinamento è posto a Polpet e i soccorritori di Longarone e Belluno, con un'unità cinofila stanno pelustrando assieme ai Vigili del fuoco tutta l'area attorno all'abitato, allargando la zona di indagine alle pendici dei monti circostanti. Aurelia è alta 1.57, ha capelli corti scuri e occhi castani, porta gli occhiali, indossa una maglia rosa e una beige con cuori neri e un pellicciotto nero. Chiunque avesse sue notizie è pregato di contattare i carabinieri.
Pubblicato in 2018
Mercoledì, 07 Marzo 2018 16:22

RICERCA IN CORSO

Ponte nelle Alpi (BL), 06 - 03 - 18
Attorno alle 20.30 il Soccorso alpino di Longarone è stato allertato per avviare la ricerca di una donna di cui non si hanno più notizie da quando, nel primo pomeriggio, si è allontanata a piedi dalla propria abitazione a Polpet. Sul posto anche i soccorritori di Belluno e i Vigili del fuoco.
Pubblicato in 2018
Mercoledì, 07 Marzo 2018 16:21

TROVATO SENZA VITA UOMO SCOMPARSO

Gallio (VI), 06 - 03 - 18
Attorno alle 15.30 il Soccorso alpino di Asiago è stato allertato su richiesta dei carabinieri, a seguito della segnalazione dei familiari di un uomo, preoccupati perché non avevano più sue notizie da ieri sera, dopo che dall'abitato di Gallio era partito a piedi diretto alla propria abitazione. I soccorritori, assieme alla Polizia municipale, hanno quindi avviato la ricerca lungo il tragitto indicato, finché non hanno individuato il corpo senza vita di R.S.., 67 anni, di Gallio (VI). L'uomo era ruzzolato per una cinquantina di metri, finendo in un prato nascosto da un cespuglio di rovi. Constatato il decesso, dopo aver ottenuto dalla magistratura il nulla osta per la rimozione, la salma è stata ricomposta e trasportata fino alla strada per essere affidata al carro funebre. 
Pubblicato in 2018
Pedavena (BL), 30 - 01 - 18
Da ieri sera, allertato poco prima delle 22, il Soccorso alpino di Feltre ha avviato per quanto di competenza la ricerca di Diletta Stucchi, 40 anni, di Feltre (BL), di cui non si hanno più notizie da ieri. Partita alle 13 con la propria macchina, una Citroen C2 nera targata CX366LF, Diletta non ha però raggiunto il luogo di lavoro. L'ultimo contatto telefonico con i familiari risale a ieri, verso le 15.30, poi alcuni operai di una ditta boschiva l'avrebbero vista un'ora più tardi nella zona di Camogne. Dato che si sta ancora cercando l'auto della donna, i soccorritori hanno effettuato sopralluoghi lungo la rete viaria di Cima Campon d'Avena, area coperta dall'ultima cella telefonica (il cellulare risulta spento o scarico da stamattina alle 5). Diletta è bionda, alta 1 metro e 60 e magra di corporatura. Indossa jeans chiari, un piumino marrone e scarponcini di pelle chiari. Chiunque avesse informazioni è pregato di contattare i carabinieri. 
Pubblicato in 2018
Mercoledì, 31 Gennaio 2018 11:12

SI CERCA UNA QUINDICENNE IN CADORE

Pieve di Cadore (BL), 27 - 01 - 18
Ieri sera verso le 22.30 il Soccorso alpino di Pieve di Cadore è stato allertato per la ricerca di una ragazza non rientrata a casa. La giovane, una quindicenne di Sappada, è stata vista l'ultima volta scendere dalla corriera all'altezza di Caralte attorno alle 17. I genitori dopo averla attesa invano hanno contattato i carabinieri. Nella notte due squadre hanno perlustrato a lungo la zona, anche sotto il ponte Cadore, aiutati da un'unità cinofila molecolare del Cnsas. Controllate altre possibili destinazioni della quindicenne ad Auronzo e in Comelico. In questo momento i soccorritori delle Stazioni di Pieve di Cadore, del Centro Cadore e del Sagf stanno continuando il sopralluogo.
Pubblicato in 2018
Pagina 10 di 17

Informativa sulla privacy e Termini di utilizzo

Leggere con attenzione prima di utilizzare questo sito.

Il sito è di proprietà di CNSAS VENETO  ,
 L'utilizzo del sito comporta l'accettazione dei Termini e delle Condizioni dell'Informativa sulla Privacy.