Lunedì, 18 Settembre 2017 10:40

PARAPENDIO PRECIPITA SUL BALDO

Malcesine (VR), 17 - 09 - 17
Alle 17.30 circa la Centrale del 118 ha allertato il Soccorso alpino di Verona per un parapendio precipitato sul Monte Baldo. Dalle prime scarne notizie, il pilota francese, dopo essere decollato nei pressi della stazione a monte della funivia, aveva contattato via radio un connazionale dicendogli di essere caduto ed essersi fatto male e che vedeva una linea elettrica. L'elicottero di Verona emergenza decollato verso il Baldo, dopo un iniziale sorvolo, è stato però costretto dalla nebbia chiusasi in quota ad atterrare all'altezza della stazione intermedia di San Michele, dove l'equipaggio si è ritrovato con una squadra di soccorritori e un volontario della Stazione di Ala, residente in zona. Sul posto i soccorritori si sono incontrati anche con l'amico che aveva dato l'allarme e hanno avuto qualche informazione in più, ovvero che la linea elettrica doveva essere quella che corre parallela alla funivia, sul versante lago. I soccorritori hanno quindi deciso di risalire con la funivia per tentare un avvistamento dall'alto. Fortunatamente nella fase di discesa sul crinale, hanno sentito i richiami di un fischietto. Era il pilota infortunato, che si trovava su un prato a 70 metri dall'arrivo, a 1.620 metri di quota, però sul versante Adige. I soccorritori lo hanno quindi raggiunto e stabilizzato - presentava possibili traumi alla spalla, al bacino e all'anca - e dopo averlo imbarellato lo hanno trasportato a spalla, con il supporto di una seconda squadra arrivata da Caprino, fino alla funivia, rimasta appositamente aperta. Scesi alla Stazione intermedia, l'uomo è stato affidato all'equipe medica e imbarcato sull'eliambulanza, rimasta in attesa per accompagnarlo all'ospedale di Borgo Trento.
Pubblicato in 2017
Giovedì, 07 Settembre 2017 11:36

PARAPENDIO PRECIPITA TRA GLI ALBERI

Crespano del Grappa (TV), 04 - 09 -17
Verso le 13.50 il 118 ha allertato il Soccorso alpino della Pedemontana del Grappa per un parapendio precipitato tra gli alberi sul Monte Grappa. Sopra i boschi di Punta Fontal, a circa 1.030 metri di quota, un pilota svizzero era stato infatti costretto ad azionare il paracadute di emergenza quando gli si era all'improvviso chiusa la vela ed era finito sospeso a 20 metri tra due piante, riuscendo poi ad avvicinarsi a un tronco e a mettersi in posizione di sicurezza. L'elicottero di Treviso emergenza, dopo aver caricato a borso due soccorritori in supporto alle operazioni, li ha sbarcati tra la vegetazione con un verricello di 35 metri assieme al tecnico di elisoccorso. Risaliti con tecniche di tree-climbing, i soccorritori hanno raggiunto l'uomo, F.R., 43 anni, che non aveva riportato conseguenze, e lo hanno calato a terra. Recuperato con la squadra sempre con un verricello, il pilota è stato accompagnato a valle.
Pubblicato in 2017
Sabato, 02 Settembre 2017 09:24

PRECIPITA CON IL PARAPENDIO

Alpago (BL), 31 - 08 - 17
Alle 11.30 circa il Soccorso alpino dell'Alpago è stato allertato per un parapendio precipitato tra gli alberi in località Pra de mez e ha subito inviato una squadra. Decollato in prossimità del Rifugio Dolada, D.D.R., 32 anni, di Agordo (BL), si era infatti trovato in difficoltà per la chiusura della vela ed era finito in un bosco, la vela incastrata tra due alberi, lui a testa in giù su un terzo, sospeso a 20 metri dal suolo. Sul posto si è portata anche l'eliambulanza del Suem di Pieve di Cadore che ha sbarcato il tecnico di elisoccorso tra la vegetazione, utilizzando un verricello di 30 metri. Risalito dal pilota, anche con il supporto di alcuni suoi amici che lo avevano raggiunto, il soccorritore lo ha assicurato e calato a terra, dove lo ha preso in carico la squadra che lo ha accompagnato fino al Rifugio Carota, per permettere al personale medico dell'equipaggio di valutare le sue condizioni. Fortunatamente non aveva riportato conseguenze.
Pubblicato in 2017
Giovedì, 31 Agosto 2017 09:46

PARAPENDIO CADUTO, FALSO ALLARME

Alleghe (BL), 30 - 08 - 17
Poco prima delle 16 il 118 è stato attivato da una persona che aveva visto un parapendio scomparire tra gli alberi dai Piani di Pezzé. Allertato, il Soccorso alpino di Alleghe è intervenuto per verificare la segnalazione. Risaliti a uno dei piloti, i soccorritori hanno appurato che erano decollati in 4, ma, a causa del vento, erano atterrati tutti in luoghi diversi: uno sulla spiaggetta, punto previsto; uno sulle piste; uno in un giardino; uno nel lago da dove era già uscito. Stavano tutti bene, quindi l'allarme è rientrato.
Pubblicato in 2017
Lunedì, 14 Agosto 2017 09:27

RECUPERATO PILOTA DI PARAPENDIO ILLESO

Borso del Grappa (TV), 12 - 08 - 17
Oggi pomeriggio attorno alle 15 l'elicottero di Treviso emergenza ha recuperato un pilota tedesco di parapendio, precipitato in Val Cornosega a circa 700 metri di quota, fortunatamente senza riportare conseguenze. In supporto alle operazioni anche una squadra del Soccorso alpino della Pedemontana del Grappa.
Pubblicato in 2017
Martedì, 01 Agosto 2017 07:38

PARAPENDIO PRECIPITA SUL DOLADA

Alpago (BL), 29 - 07 - 17
Alle 16.40 il Soccorso alpino dell'Alpago è stato allertato per dare supporto all'elicottero del Suem di Pieve di Cadore, a seguito della chiamata di una persona che aveva visto precipitare un parapendio tra la cima del Dolada e le antenne, che si trovano a metà montagna. In una prima ricognizione l'eliambulanza ha individuato la vela nella zona 'le roccette', a 1.300 metri di quota, e ha sbarcato con un verricello di una trentina di metri medico e tecnico di elisoccorso, per poi volare a imbarcare due soccorritori pronti nella piazzola del Rifugio Carota. Decollato dal Rifugio Dolada, il pilota di nazionalità tedesca aveva perso il controllo del parapendio, finendo tra gli alberi in un punto ripido poco sopra un salto di roccia di 40 metri. Mentre il medico prestava le prime cure all'uomo che aveva riportato un possibile politrauma, il tecnico di elisoccorso ha attrezzato una corda fissa per operare in sicurezza e, con l'aiuto dei due soccorritori verricellati sul posto, spostare l'infortunato su una cengia soprastante dove poterlo più facilmente imbarellare per poi procedere al recupero, dopo aver aperto un varco tra la vegetazione.  Una volta a bordo, il ferito è stato trasportato all'ospedale di Belluno. L'elicottero è poi tornato sul Dolada per riportare a valle i due soccorritori che nel frattempo avevano ripiegato la vela e tolta tutta l'attrezzatura.
Pubblicato in 2017
Lunedì, 30 Novembre -0001 00:00

PARAPENDIO SOSPESO SUI CAVI DELLA SEGGIOVIA

Livinallongo del Col di Lana (BL), 28 - 07 - 17
Passate le 9 il 118 è stato allertato per un parapendio rimasto sospeso sui cavi della seggiovia Burz ad Arabba. Dalle prime informazioni il pilota, 54 anni di Monaco, non sembrava aver riportato gravi conseguenze e il personale degli impianti stava provvedendo a calarlo da circa 7 metri di altezza. Quando la squadra del Soccorso alpino di Livinallongo è arrivata sul posto e l'uomo è stato liberato dai vincoli della vela si è invece subito riscontrata una frattura alla gamba ed è stato chiesto l'intervento dell'elicottero. Decollato non distante dal Rifugio Burz, molto vicino agli impianti, perso il controllo della vela quasi all'atterraggio, l'uomo aveva infatti colpito con violenza uno dei seggiolini. Sul posto personale della Croce Bianca e medico e infermiere dell'elicottero del Suem di Pieve di Cadore hanno prestato le prime cure all'infortunato che, imbarellato, è stato trasportato per un centinaio di metri e poi imbarcato. L'eliambulanza è quindi volata all'ospedale di Belluno.
Pubblicato in 2017
Lunedì, 17 Luglio 2017 18:06

VERIFICA VELE PRECIPITATE SUL GRAPPA

Pove del Grappa (VI), 14 - 07 - 17
Attorno alle 15 il 118 ha ricevuto la segnalazione della presenza di due parapendii tra gli alberi a Pove del Grappa. L'elicottero di Treviso è così decollato per verificare se ci fosse qualcuno in difficoltà ed è stata allertata la Stazione del Soccorso alpino della Pedemontana del Grappa. Giunti sul luogo indicato, è stato appurato che si trattava della vela principale e di quella di emergenza di un unico parapendio. È quindi stato calato con il verricello il tecnico di elisoccorso, che ha potuto parlare con il pilota. Si trattava di una donna di Shanghai rimasta sospesa a due metri da terra. La donna, raggiunta da amici, ha detto che stava bene e che si sarebbe arrangiata a scendere. Si è liberata dai vincoli ed è arrivata a terra. L'allarme è quindi rientrato.
Pubblicato in 2017
Venerdì, 14 Luglio 2017 12:28

RECUPERATO PILOTA DI PARAPENDIO

Borso del Grappa (TV), 13 - 07 - 17
Passate le 19, il 118 ha attivato il Soccorso alpino della Pedemonta del Grappa per un parapendio finito sopra un albero nella zona dell'atterraggio del Garden Relais di Semonzo del Grappa. I soccorritori hanno raggiunto la pianta, dove il pilota belga di 26 anni si trovava sospeso a 8 metri di altezza, fortunatamente illeso. Dopo essere saliti con tecniche di tree climbing, lo hanno raggiunto, assicurato e calato a terra.
Pubblicato in 2017
Borso del Grappa (TV), 07 - 07 - 17
È stato ritrovato dai soccorritori a notte fonda, ferito, un pilota di parapendio, scomparso ieri sul Grappa dopo il decollo. Ieri poco prima delle 21 la centrale del 118 di Treviso ha allertato il Soccorso alpino della Pedemontana del Grappa, a seguito della segnalazione di alcuni ragazzi della Repubblica Ceca in vacanza nel campeggio di Santa Felicita. Il gruppo, trasportato con la navetta al diciassettesimo tornante della Strada Generale Giardino, era infatti decollato assieme verso le 13, ma uno di loro J.D., 31 anni, non era mai rientrato e non era raggiungibile né al cellulare, né mediante gli apparecchi radio da loro utilizzati. Parlando i compagni si è risaliti all'ultimo avvistamento, quando il suo parapendio arancione con una grande S bianca sorvolava Campo Croce in direzione Valle Cornosega, la valle sopra Semonzo. Ormai buio, senza poter far decollare l'eliambulanza di Treviso emergenza, è stato deciso un sopralluogo lungo il sentiero, una squadra a monte e una a valle, potendo contare anche sull'ausilio dei Vigili del fuoco, in arrivo da Castelfranco Veneto e da Bassano del Grappa con una potente fotoelettrica. Non avendo alcun punto di riferimento, fortunatamente verso le 22.30 l'amico di un soccorritore, pilota lui stesso, saputo della ricerca lo ha chiamato informandolo che alle 13.40, mentre era in volo, aveva notato la vela arancione entrare verso la Val Rossa - una zona senza termiche - e non l'aveva vista uscire. Le squadre si sono quindi spostate nell'area indicata, accompagnate anche dalla jeep dei Vigili del fuoco, per percorrere la strada forestale che scende verso Santa Felicita. I soccorrirori hanno iniziato a chiamare a gran voce e provato a contattarlo via radio, finchè il ragazzo non ha risposto, il segnale ancora basso. Mano a mano che si avvicinavano la voce diventava più nitida e la squadra è riuscita a geolocalizzarlo facendosi mandare le sue coordinate. Finalmente, verso mezzanotte e mezza, la risposta ai richiami vocali e i lampi del flash del cellulare hanno permesso di individuarlo. Il pilota si trovava  circa 80 metri dalla sterrata, era caduto tra gli alberi in una piccola radura dovuta a un recente taglio boschivo a 970 metri di altitudine. Lamentava dolori lombali e a una spalla. I soccorrirori - con loro l'infermiere di Stazione - gli hanno prestato le prime cure, lo hanno immobilizzato e caricato in barella. Una volta assicurato, lo hanno calato per i 60 metri di una scarpata sulla strada e da lì lo hanno trasportato fino all'ambulanza. Affidato ai sanitari all'una e 20, è stato accompagnato all'ospedale di Bassano del Grappa.
Pubblicato in 2017
Pagina 6 di 7

Informativa sulla privacy e Termini di utilizzo

Leggere con attenzione prima di utilizzare questo sito.

Il sito è di proprietà di CNSAS VENETO  ,
 L'utilizzo del sito comporta l'accettazione dei Termini e delle Condizioni dell'Informativa sulla Privacy.