Giovedì, 06 Febbraio 2020 14:17

GRIDA NEL BOSCO, ALLARME RIENTRATO

Sant'Anna d'Alfaedo (VR), 03 - 02 - 20
Cessato l'allarme per una persona in possibile difficoltà, a seguito della segnalazione di due escursioniste, che avevano sentito delle urla salendo verso il Corno d'Aquilio. I carabinieri sono risaliti a chi aveva gridato e non si trattava di qualcuno che necessitasse di aiuto. Le squadre del Soccorso alpino di Verona, che stavano verificando alcune zone a monte di località Tommasi, stanno quindi rientrando.
Pubblicato in 2020
Sant'Anna d'Alfaedo (VR), 03 - 02 - 20
Partite da località Tommasi per una passeggiata sul Corno d'Aquilio, questa mattina, poco sopra l'abitato, madre e figlia hanno sentito delle forti grida. Grida che si sono ripetute più sopra, quando le due donne si sono alzate di quota, per interrompersi in rispososta alla domanda delle escursioniste, se qualcuno avesse bisogno di aiuto. Preoccupate, madre e figlia hanno avvisato i carabinieri. Su richiesta della prefettura verso le 9 è stato allertato il Soccorso alpino di Verona, sul posto anche i Vigili del fuoco e la Protezione civile che stanno perlustrando le aree a valle. Otto soccorritori stanno invece bonificando le zone impervie e i sentieri del Corno Mozzo e del Corno d'Aquilio per escludere la presenza di persone in difficoltà.
Pubblicato in 2020
Lunedì, 05 Agosto 2019 11:53

INTERVENTI IN MONTAGNA

Belluno, 02 - 08 - 19
Alle 15.20 circa la Centrale del 118 ha ricevuto diverse chiamate da persone che avevano sentito ripetute grida di aiuto provenire dalla zona della Ferrata delle Trincee, sul Padon. L'equipaggio dell'elicottero del Suem di Pieve di Cadore, subito decollato, ha effettuato una ricognizione dell'area, trasportando in quota una squadra del Soccorso alpino di Livinallongo per poi rientrare, mentre altri soccorritori salivano con la funivia. La perlustrazione, durata fino alle 19, senza che si udissero altri richiami, non ha portato a rinvenire alcuno in difficoltà.
Alle 15.30 il Soccorso alpino di Cortina è stato allertato per un'escursionista tedesca di 35 anni, che si era fatta male a una gamba lungo il sentiero numero 424 di Pian dei Menis, Col Gallina. Una squadra del Sagf ha quindi raggiunto la donna con il fuoristrada e la ha accompagnata fino alla strada, dove attendeva l'ambulanza della Croce Bianca diretta all'ospedale Codivilla.
Pubblicato in 2019
Venerdì, 31 Agosto 2018 10:35

INTERVENTI IN MONTAGNA

Belluno, 27 - 08 - 18
Attorno a mezzogiorno la Centrale del 118 è stata allertata da un escursionista che aveva sentito delle grida di aiuto nella zona del Monte Pavione a Sovramonte. L'elicottero del Suem di Pieve di Cadore arrivato nel punto indicato ha verificato che c'era una persona in difficoltà, poco sotto la cima, a circa 2.300 metri di quota. Un uomo, M.L., 68 anni, di Fiera di Primiero (TN), era infatti scivolato sul terreno ghiaioso e, impaurito, non era più stato in grado di muoversi. Recuperato dal tecnico del Soccorso alpino dell'equipaggio con un verricello di 10 metri, è stato poi trasportato al Rifugio Dal Piaz. Due gli interventi nel pomeriggio nella zona del Rifugio Vandelli per altrettanti probabili traumi al piede. In un caso l'eliambulanza ha imbarcato sempre verricellandolo un ragazzo di 26 anni di Treviso, poi accompagnato all'ospedale di Cortina. Nel secondo l'elicottero ha recuperato  un turista veneziano, L.F., 56 anni, portato anche lui al Codivilla. Il Soccorso alpino di San Vito di Cadore è invece stato inviato nella zona di Punta dei Ross, verso Forcella Grande, dove due escursionisti polacchi erano rimasti incrodati, incapaci di proseguire, completamente fuori via rispetto alla traccia corretta. Raggiunti da 4 soccorritori tra salti di roccia, i due trentenni sono stato assicurati con la corda e riportati sul sentiero, 200 metri più in basso. Adesso si trovano sul fuoristrada che li accompagnerà a valle. Da lì un soccorritore darà loro un passaggio fino al Passo Tre Croci. Una seconda squadra di San Vito è intervenuta contestualmente a Vodo di Cadore, in una baita sulla strada che porta al Rifugio Talamini, per un uomo che si era sentito poco bene ed è stato portato al campo sportivo e lì affidato all'ambulanza.
Pubblicato in 2018
Lunedì, 03 Luglio 2017 19:36

GRIDA DI AIUTO: ALLARME RIENTRATO

Vittorio Veneto (BL), 03 - 07 - 17
Ha avuto esito negativo la ricerca della persona che chiedeva aiuto nei boschi sopra l'abitato di San Lorenzo. Le squadre del Soccorso alpino delle Prealpi Trevigiane, che hanno a lungo perlustrato la zona del Monte Baldo assieme a due unità cinofile, non hanno trovato nessuno in difficoltà. È probabile che chi ha gridato, sentito distintamente da due persone, si sia tolto dai problemi da solo e si sia allontanato. Raccolte le segnalazioni nel primo pomeriggio, era intervenuto anche l'elicottero di Treviso emergenza, che aveva effettuato una ricognizione e sbarcato il tecnico di elisoccorso per un primo sopralluogo. L'allarme è quindi rientrato.
Pubblicato in 2017
Lunedì, 03 Luglio 2017 19:30

VERIFICA RICHIESTA DI AIUTO IN CORSO

Vittorio Veneto (TV), 03 - 07 - 17
Il Soccorso alpino delle Prealpi Trevigiane è stato allertato verso le 14 dal 118, in seguito alla segnalazione di due persone che avevano sentito la voce di qualcuno che chiedeva aiuto, proveniente dai boschi sopra l'abitato di San Lorenzo. L'elicottero di Treviso emergenza ha sbarcato il tecnico di elisoccorso all'altezza della croce del Monte Baldo e lui ha iniziato a percorrere in discesa l'unico sentiero presente in quel luogo, mentre dal basso gli andava incontro un altro soccorrirore. Non è stata rinvenuta alcuna persona in difficoltà e non si sono più sentite grida. Al momento l'eliambulanza è rientrata. Sul posto si stanno muovendo squadre a piedi per proseguire la perlustrazione anche con due unità cinofile.
Pubblicato in 2017

Informativa sulla privacy e Termini di utilizzo

Leggere con attenzione prima di utilizzare questo sito.

Il sito è di proprietà di CNSAS VENETO  ,
 L'utilizzo del sito comporta l'accettazione dei Termini e delle Condizioni dell'Informativa sulla Privacy.