Lunedì, 08 Luglio 2019 13:37

ALLARME RIENTRATO ESCURSIONISTA DISPERSO

Asiago (VI), 05 - 07 - 19

Passate le 18 il Soccorso alpino di Asiago è stato allertato per un escursionista padovano che non dava più notizie di sé. Al rientro da una passeggiata con la moglie, un paio di tornanti sotto Forte Interrotto, dal momento che era stanca, il marito le aveva detto di aspettarlo ferma lì che lui sarebbe sceso fino alla macchina, parcheggiata 500 metri più in basso, per poi tornare a prenderla. Ma l'uomo non si era più presentato. Scattato l'allarme, una ventina di persone - Soccorso alpino di Asiago e Arsiero, Carabinieri forestali di Asiago e Roana, carabinieri di Asiago e Canove - aveva iniziato a cercarlo nei dintorni, mentre il figlio della coppia raggiungeva la madre con le chiavi dell'auto in cui era rimasto il cellulare del padre. Fortunatamente, un paio di ore dopo, l'uomo ha chiamato al suo stesso telefonino. Scendendo lungo la strada aveva infatti preso un sentiero alternativo e si era perso arrivando a Campo Rovere, da dove era riuscito a telefonare. L'allarme è quindi rientrato.
Pubblicato in 2019
Lunedì, 08 Luglio 2019 13:35

ESCURSIONISTA SI INFORTUNA SUL BALDO

Malcesine (VR), 05 - 07 - 19
Alle 14.30 circa il Soccorso alpino di Verona è stato allertato dalla Centrale operativa per un'escursionista tedesca che si era infortunata sul Monte Baldo lungo il sentiero numero 11, nel tratto tra la stazione a monte della funivia e l'intermedia. Il marito l'aveva lasciata sul luogo dell'incidente, dove si era procurata un probabile trauma alla caviglia, era risalito e aveva dato l'allarme all'infermiera che presta assistenza sulla funivia. Messi in contatto telefonico e apprese le informazioni utili, un primo soccorritore è partito in macchina da Malcesine, per poi proseguire a piedi una ventina di minuti e arrivare dalla donna. Raggiunta  da una squadra di altri cinque tecnici provenienti da Verona, tra i quali un sanitario, K.S., 52 anni, è stata immobilizzata, caricata in barella e trasportata a spalla fino alla jeep, per poi essere accompagnata direttamente all'ospedale di Malcesine ,in accorpo con la Centrale operativa di Verona.
Pubblicato in 2019
Giovedì, 06 Settembre 2018 10:21

SCIVOLA SUL SENTIERO

Recoaro Terme (VI), 02 - 09 - 18
Alle 16.20 circa il Soccorso alpino di Recoaro - Valdagno è stato allertato per un infortunio lungo il sentiero interno alle Fonti centrali a Recoaro, 300 metri sopra il piazzale delle Terme. Mentre passeggiava nel bosco assieme al marito, infatti, M.T.P., 65 anni, di Recoaro Terme (VI), era scivolata mettendo male il piede e riportando la probabile frattura della caviglia. Raggiunta da cinque soccorritori, la donna è stata stabilizzata e caricata in barella, per essere trasportata fino al parcheggio, da dove si è allontanata autonomamente in direzione del pronto soccorso.
Pubblicato in 2018
Martedì, 29 Maggio 2018 10:44

RICERCA IN VAL VISDENDE: ALLARME RIENTRATO

San Pietro di Cadore (BL), 26 - 04 - 18
Attorno alle 14 un escursionista ha contattato il 118 poiché non riusciva più a rintracciare la moglie dopo che si erano separati durante una gita in Val Visdende. Arrivati a Malga Dignas, infatti, lui aveva proseguito per cercare un sentiero e lei si era fermata. Tornato sui suoi passi poco dopo però, non l'aveva più trovata. Dopo avere guardato nei dintorni - il cellulare non raggiungibile - aveva dato l'allarme. Fortunatamente, mentre una squadra raggiungeva l'uomo, la donna, 59 anni, padovana, arrivata in in una zona con copertura telefonica, è stata rintracciata al telefono che stava scendendo e l'allarme è rientrato.
Pubblicato in 2018
Ferrara di Monte Baldo (VR), 04 - 04 - 18
Questa mattina un escursionista, lasciata l'auto a Novezzina, è partito per una camminata - attrezzato con piccozza, ramponi e Artva - lungo uno dei ripidi canali del Monte Baldo attualmente innevati. Verso le 18, non avendo sue notizie, preoccupata dal cellulare che suonava libero senza risposta, la moglie ha contattato un amico della Protezione civile di Ferrara di Monte Baldo, che, trovandosi a Novezzina, ha confermato la macchina del marito vi fosse ancora parcheggiata e le ha consigliato subito di allertare il 118. L'elicottero di Verona emergenza, decollato poco dopo, è riuscito ad arrivare fino a Ferrara di Monte Baldo, bloccato poi dalla nebbia, e lì ha sbarcato l'equipe medica con il tecnico di elisoccorso che ha proseguito in macchina, raggiungendo due squadre del Soccorso alpino di Verona - 8 soccorritori tra i quali un infermiere - arrivate una da Caprino e una da Verona, presenti anche i Vigili del fuoco. Nel frattempo il ragazzo della Protezione civile assieme a un altro volontario si era diretto verso un vajo, probabile meta dell'escursionista, S.B., 49 anni, di Caprino Veronese (VR) chiamandolo. Finché a un certo punto lui ha risposto e i due volontari hanno attivato il proprio Artva individuandolo poco dopo. Salendo questa mattina, una piccola scarica di neve lo aveva trascinato facendolo probabilmente cadere da un salto di roccia di una decina di metri e lasciandolo sepolto alla base del canale, solo il volto fuori, con una probabile gamba rotta, possibili traumi al costato e in ipotermia. Sul posto si è portato il personale medico dell'eliambulanza con l'infermiere e le squadre del Soccorso alpino. Prestate le prime cure, l'escursionista è stato imbarellato e calato per un'ottantina di metri fino alla strada, da dove è stato trasportato a spalla all'ambulanza diretta all'ospedale di Borgo Trento.
Pubblicato in 2018
Giovedì, 06 Luglio 2017 09:24

MUORE COLTO DA MALORE TURISTA AMERICANO

Borca di Cadore (BL), 05 - 07 - 17
Alle 11.20 circa il 118 è stato allertato per un uomo colto da improvviso malore, mentre con una comitiva si trovava a Forcella Roan,  lungo il tratto dell'Alta via numero 1 che da Forcella Ambrizzola porta al Rifugio Città di Fiume. L'elicottero dell'Aiut Alpin Dolomites di Bolzano si è portato sul luogo indicato e il personale medico è subentrato a lungo nelle manovre di rianimazione già iniziate dai compagni dell'escursionista, M.K.W., 74 anni, americano, che è stato poi imbarcato in gravissime condizioni sull'eliambulanza, decollata verso l'ospedale di Belluno, dove purtroppo il turista è deceduto.
Pubblicato in 2017
Martedì, 25 Aprile 2017 15:06

ESCURSIONISTA SI PERDE A CAUSA DELLA NEBBIA

Auronzo di Cadore (BL), 25 - 04 - 17
Passato mezzogiorno il 118 ha attivato il Soccorso alpino di Auronzo su richiesta di un escursionista, che aveva perso l'orientamento a causa della nebbia durante una camminata dal Rifugio Lavaredo al Pian di Cengia lungo il sentiero numero 104, sotto le Tre Cime di Lavaredo. Risaliti alle coordinate Gps grazie all'applicazione di geolocalizzazione in dotazione al Soccorso alpino, i soccorrirori hanno presto individuato il luogo esatto dove si trovava E.T., 41 anni, di Lamon (BL), lo hanno raggiunto e riaccompagnato indietro.
 
Pubblicato in 2017
Lunedì, 08 Maggio 2017 08:25

SOCCORSA ESCURSIONISTA A CISON DI VALMARINO

Cison di Valmarino (TV), 07 - 05 - 17
Questa mattina attorno alle 11.15 l'elicottero di Treviso emergenza è decollato in direzione del Bosco delle penne mozze, in seguito alla chiamata di alcuni passanti che si erano imbattuti in un'escursionista in difficoltà. La donna, L.F., 54 anni, di Cison di Valmarino (TV), era scivolata diverse volte sul sentiero e non era più in grado di proseguire. L'eliambulanza ha sbarcato nelle vicinanze medico e tecnico di elisoccorso che hanno raggiunto a piedi in una decina di minuti il luogo dove si trovava assieme a personale del Soccorso alpino delle Prealpi Trevigiane e dei Vigili del fuoco. La donna è stata imbarellata e trasportata all'ambulanza, che la ha accompagnata all'ospedale per gli accertamenti del caso.
 
Pubblicato in 2017

Informativa sulla privacy e Termini di utilizzo

Leggere con attenzione prima di utilizzare questo sito.

Il sito è di proprietà di CNSAS VENETO  ,
 L'utilizzo del sito comporta l'accettazione dei Termini e delle Condizioni dell'Informativa sulla Privacy.