Domenica, 24 Marzo 2019 18:40

SCIVOLA SULLA NEVE E SI FA MALE

Tambre (BL), 24 - 03 - 19
Attorno alle 11 la Centrale del 118 è stata allertata dal compagno di un'escursionista infortunatasi in Val Salatis. Partita da Malga Cate, la coppia aveva seguito il sentiero 924 che porta al Bivacco Lastè, non distante dal Rifugio Semenza, ma arrivati nel tratto innevato a un certo punto la donna, N.M., 52 anni, di Mira (VE), era scivolata ruzzolando lungo il pendio, fino a fermarsi battendo la spalla. L'elicottero del Suem di Pieve di Cadore ha individuato il luogo dove si trovavano i due ed è atterrato nelle vicinanze. Prestate le prime cure, l'infortunata è stata imbarcata e trasportata all'ospedale. Pronta a intervenire una squadra del Soccorso alpino dell'Alpago.
Pubblicato in 2019
Venerdì, 22 Marzo 2019 09:56

SOCCORSA ESCURSIONISTA SUI COLLI EUGANEI

Teolo (PD), 17 - 03 - 19
Attorno alle 11.30 la Centrale del 118 ha allertato il Soccorso alpino di Padova, fornendo le coordinate del luogo dove un'escursionista era scivolata, procurandosi la sospetta frattura di una gamba. Otto soccorritori, tra i quali un'infermiera, hanno raggiunto il tratto ripido del sentiero del Monte Grande, sull'Alta via dei Colli Euganei, e hanno prestato le prime cure a L.M., 63 anni, di Teolo (PD), che si trovava con un gruppo di amici, per poi imbarellarla e trasportarla 200 metri fino alla strada. Lì l'infortunata è stata presa in carico dall'ambulanza, partita in direzione dell'ospedale di Abano Terme.
Pubblicato in 2019
Sant'Anna d'Alfaedo (VR), 14 - 03 - 19
Sono stati ritrovati nella notte e riaccompagnati a valle i due escursionisti veronesi, che si erano persi durante una camminata. La coppia era partita dall'abitato di Breonio diretta alle cascate. Un percorso in discesa, da ripercorrere al contrario nel rientro. Verso le 20 però i due avevano chiesto aiuto, perché avevano perso l'orientamento, erano al buio e non sapevano più in che direzione muoversi. Il Soccorso alpino di Verona si è messo in contatto telefonico con loro, non potendo però geolocalizzarli con i cellulari ormai quasi scarichi. Dopo aver capito che si trovavano in ogni caso lungo un sentiero Cai, le squadre hanno avviato la ricerca, ritrovandoli abbastanza distanti dalla partenza dei sentieri: la coppia aveva infatti proseguito lungo la discesa, anziché risalire. Una volta raggiunti, i soccorritori hanno inoltre appurato che la donna, E.C., 50 anni, di Sant'Anna d'Alfaedo (VR), aveva riportato la probabile distorsione di una caviglia. È stato quindi deciso di far intervenire un'altra squadra con la barella, che si è avvicinata da sotto. Medicata e imbarellata, l'infortunata è stata trasportata per 400 metri di dislivello verso la Val d'Adige, sul percorso più breve verso una strada, dove attendeva l'ambulanza. L'intervento si è concluso verso l'una e mezza.
Pubblicato in 2019
Giovedì, 14 Marzo 2019 14:27

USCITA PER ESCURSIONISTI IN DIFFICOLTÀ

Sant'Anna d'Alfaedo (VR), 13 - 03 - 19
Alle 20 circa il Soccorso alpino di Verona è stato allertato per una coppia di escursionisti in difficoltà. I due hanno smarrito il sentiero dopo una camminata alle cascate di Breonio e al momento non sono geolocalizzabili. Stanno bene, sono sprovvisti di torce e, pur in contatto telefonico con i soccorritori, non riescono però a dare informazioni chiare sul posto in cui si trovano. Le squadre sono partite in loro aiuto.
Pubblicato in 2019
Giovedì, 14 Marzo 2019 14:23

SCIVOLA SUL GHIACCIO

Tambre (BL), 12 - 03 - 19
Attorno a mezzogiorno e mezza il Soccorso alpino dell'Alpago è stato allertato dalla Centrale del 118 per una donna scivolata sul ghiaccio in Cansiglio. D.G., 47 anni, di Padova, era partita a piedi assieme a un'amica dal Bar Bianco e, arrivata nella zona del parcheggio del Bus de la Lum, aveva proseguito oltre lungo la strada che però presenta ancora tratti ghiacciati. In seguito alla caduta, aveva messo male un braccio riportando un conseguente trauma. Una squadra la ha raggiunta e le ha prestato le prime cure, per poi caricarla a bordo del fuoristrada e trasportarla fino a Farra d'Alpago, dove attendeva l'ambulanza arrivata da Belluno. L'amica è stata riaccompagnata dai soccorritori alla macchina.
Pubblicato in 2019
Lunedì, 11 Marzo 2019 15:13

MONTE MARANA: RICERCA NELLA NOTTE

Crespadoro (VI), 10 - 03 - 19
Poco prima delle 20, ieri sera il Soccorso alpino di Recoaro - Valdagno è stato allertato, su richiesta dei carabinieri di Valdagno, per un ragazzo che si era perso sul Monte Marana. Mentre con alcuni amici stava percorrendo il sentiero che porta al bivacco dove avrebbero passato la notte, un diciannovenne di Cornedo Vicentino (VI) era rimasto indietro rispetto al resto del gruppo e aveva smarrito la traccia. Messo in contatto con i soccorritori, aveva detto loro di essere scivolato per qualche metro in un ghiaione, riportando fortunatamente solo alcune escoriazioni. Non riuscendo a risalire alle coordinate del punto in cui si trovava, dalla descrizione frammentaria del percorso seguito dal giovane le squadre hanno iniziato a perlustrare le zone vicine al sentiero, finché attorno alle 23 il ragazzo ha risposto ai richiami dei soccorritori. Una volta individuato e raggiunto, l'escursionista è stato riportato sul sentiero non distante e da lì accompagnato alla macchina e dai genitori. L'intervento si è concluso a mezzanotte.
Pubblicato in 2019
Lunedì, 11 Marzo 2019 15:10

MALORE SUL CORNO D'AQUILIO

Sant'Anna d'Alfaedo (VR), 10 - 03 - 19
Alle 11.45 circa la Centrale operativa del 118 ha allertato il Soccorso alpino di Verona per intervenire in supporto all'eliambulanza di Trento, per un escursionista che si era sentito male mentre stava percorrendo il sentiero che da Contrada Tommasi porta al Corno d'Aquilio. L'uomo, residente a Sommacampagna (VR), dopo aver ricevuto le prime cure dal personale medico dell'equipaggio, è stato recuperato con il verricello ed è stato accompagnato al Santa Chiara di Trento. Sul posto era presente una squadra di soccorritori, che hanno poi riaccompagnato a valle la moglie, con cui l'escursionista si trovava quando era stato colto da malore.
Pubblicato in 2019
Martedì, 05 Marzo 2019 16:20

INFORTUNIO AL RIFUGIO CITTÀ DI FIUME

Borca di Cadore (BL), 03 - 03 - 19
Attorno alle 14 il Soccorso alpino della Val Fiorentina è stato allertato dal 118 per un'escursionista che si era fatta male nei pressi del Rifugio Città di Fiume. Una squadra è salita con gli sci d'alpinismo dalla strada, portando la barella toboga. Una volta sul posto, i soccorritori hanno prestato le prime cure alla donna, una cinquantacinquenne di Marcon (VE),  che era scivolata procurandosi un trauma al polso e manifestava giramenti di testa. Dopo averla imbarellata, la squadra l'ha quindi trainata sulla neve in discesa fino al parcheggio, da dove si è allontanata autonomamente assieme al marito.
Pubblicato in 2019
Piovene Rocchette (VI), 03 - 03 - 19
Verso le 12.20 la Centrale del Suem ha allertato il Soccorso alpino di Schio per un escursionista scivolato sul Monte Summano, a circa 600 metri di quota. L'uomo stava scendendo il Sentiero dei Girolimini, quando era caduto sbattendo la spalla al suolo. Dei passanti gli avevano prestato il primo aiuto allertando il 118. Una volta messi in contatto con i soccorritori, hanno loro spiegato dove si trovavano. Una squadra si è quindi avvicinata in fuoristrada per percorrere poi a piedi gli ultimi 300 metri di distanza. Dopo aver immobilizzato la spalla all'infortunato, G.G., 68 anni, di Chiuppano ( VI) e averlo caricato in barella, in sei lo hanno trasportato alla jeep e da lì alla strada, per affidarlo all'ambulanza diretta all'ospedale di Santorso.
Pubblicato in 2019
Martedì, 05 Marzo 2019 16:08

SOCCORSA COPPIA IN DIFFICOLTÀ

Falcade (BL), 02 - 03 - 19
Poco prima delle 17 il Soccorso alpino della Val Biois è stato allertato per una coppia di escursionisti in difficoltà. I due, 35 anni lei, 54 anni lui, di Padova, erano partiti per un un giro con le ciaspe dal Rifugio Flora Alpina. Arrivati a Malga ai Lach avevano optato per un altro sentiero di rientro, perdendo però poco dopo la traccia. Dopo essere tornati alla Malga, preoccupati per l'avvicinarsi del buio, avevano contattato il 118. Messi in contatto con i soccorritori, una squadra è andata incontro ai due escursionisti che avevano ripreso il percorso dell'andata e, una volta incrociati, li hanno riaccompagnati al Rifugio.
Pubblicato in 2019
Pagina 1 di 39

Informativa sulla privacy e Termini di utilizzo

Leggere con attenzione prima di utilizzare questo sito.

Il sito è di proprietà di CNSAS VENETO  ,
 L'utilizzo del sito comporta l'accettazione dei Termini e delle Condizioni dell'Informativa sulla Privacy.